rotate-mobile
Sabato, 21 Maggio 2022
Economia

Inflazione, a Torino prezzi su dello 0,4% nel mese di agosto

In base alla rilevazione dei prezzi effettuata dal Settore Statistica della Città, l’indice complessivo dei prezzi al consumo presenta una variazione del + 2,4% rispetto al mese di Agosto 2010

Aumenta nel mese di agosto 2011, anche se solo di pochi punti percentuali, l'inflazione a Torino. In base alla rilevazione dei prezzi effettuata dal Settore Statistica della Città, l’indice complessivo dei prezzi al consumo per l’intera collettività (NIC) è risultato pari al 103,0 (Base Anno 2010=100) con una variazione del + 0,4% rispetto al mese precedente e con una variazione del + 2,4% (tasso tendenziale annuo) rispetto al mese di Agosto 2010.

Prodotti alimentari e bevande non alcoliche (-0,4%): Si conferma la tendenza negativa per la presente divisione di prodotto a seguito delle diminuzioni rilevate nelle classi relative alla frutta (-5,5%), ai vegetali (-1,1%), al caffè, tè e cacao (-0,4%) e allo zucchero, confetture, miele, cioccolato e dolciumi (-0,3%). In aumento troviamo le classi relative ai pesci e prodotti ittici (+0,8%), agli oli e grassi (+0,3%), al pane e cereali (+0,1%), alle carni (+0,1%), agli altri prodotti alimentari (+0,1%) e alle acque minerali, bevande analcoliche, succhi di frutta e verdura (+0,1%) .

Bevande alcoliche e tabacchi (+0,8%): Prosegue il trend positivo della divisione di prodotto per effetto degli aumenti riscontrati nelle classi relative ai tabacchi (+1,1%), a rilevazione centralizzata ISTAT, e agli alcolici (+0,1%). In diminuzione troviamo le classi relative ai vini (-0,1%) e alle birre (-0,1%).

Abbigliamento e calzature (-0,1%): La divisione diventa negativa a causa delle diminuzioni rilevate nelle classi relative agli indumenti (-0,2%) ed alle scarpe ed altre calzature (-0,1%). In aumento troviamo le classi relative agli altri articoli d’abbigliamento e accessori per l’abbigliamento (+0,3%) ed ai servizi di lavanderia e riparazione abiti (+0,1%).

Abitazione, acqua, energia elettrica e combustibili (+0,1%): Continua il segno positivo della divisione di prodotto per effetto degli aumenti riscontrati nelle classi relative al gasolio per riscaldamento (+0,5%) e agli affitti reali per l’abitazione principale (+0,1%). Si segnala, in diminuzione, la classe relativa ai prodotti per la riparazione e la manutenzione della casa (-1,2%).

Mobili, articoli e servizi per la casa (+0,1%): L’andamento della divisione di prodotto è determinato dalle variazioni positive rilevate nelle classi relative ai piccoli utensili ed accessori vari (+1,3%), ai piccoli elettrodomestici (+1,1%), agli articoli tessili per la casa (+0,2%) ed ai beni non durevoli per la casa (+0,2%).

Servizi sanitari e spese per la salute (+0,3%): Inversione di tendenza per la divisione a seguito degli aumenti riscontrati nelle classi relative ai servizi paramedici (+2,2%), ai prodotti farmaceutici (+0,1%) ed alle attrezzature ed apparecchi terapeutici (+0,1%). In diminuzione troviamo la classe relativa ai servizi dentistici (-0,5%).

Trasporti (+1,9%): Permane il segno positivo della divisione di prodotto per effetto delle variazioni rilevate nelle classi relative al trasporto marittimo (+29,8%), al trasporto aereo passeggeri (+17,2%), a rilevazione centralizzata ISTAT, ai carburanti e lubrificanti per mezzi di trasporto privati (+0,8%), ai pezzi di ricambio e accessori per mezzi di trasporto privati (+0,3%), al trasporto multimodale passeggeri (+0,3%), al trasporto passeggeri su rotaia (+0,2%), ai motocicli e ciclomotori (+0,1%), alla manutenzione e riparazione mezzi di trasporto privati (+0,1%) e al trasporto passeggeri su strada (+0,1%). In calo troviamo la classe relativa alle automobili (-0,1%).

Comunicazioni (+0,4%): Gli aumenti riscontrati nelle classi relative agli apparecchi telefonici e telefax (+1,9%) e ai servizi postali (+0,1%) hanno trasformato in positivo il segno della divisione totalmente rilevata dall’Istituto Nazionale di Statistica.


Ricreazione, spettacolo e cultura (+0,5%): La stessa percentuale del mese precedente viene confermata per questa divisione di prodotto, a seguito delle variazioni positive riscontrate nelle classi relative ai pacchetti vacanza (+12,1%), ai servizi veterinari e altri servizi per animali domestici (+0,6%), ai libri (+0,6%), ai servizi ricreativi e sportivi (+0,4%), agli articoli sportivi, per campeggio e attività ricreative all’aperto (+0,2%), agli animali domestici e relativi prodotti (+0,1%), ai servizi culturali (+0,1%) e agli articoli di cartoleria e materiale da disegno (+0,1%). In calo troviamo le classi relative agli apparecchi per il trattamento dell’informazione (-2,8%), ai supporti di registrazione (-1,5%), ai giochi e giocattoli e hobby (-1,3%), agli apparecchi fotografici e cinematografici e strumenti ottici (-1,1%) e ai giornali e periodici (-0,9%).

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Inflazione, a Torino prezzi su dello 0,4% nel mese di agosto

TorinoToday è in caricamento