rotate-mobile
Giovedì, 2 Dicembre 2021
Economia

Imprese, nel 2017 si consolida la ripresa ma non nell'edilizia

Anche la cassa integrazione è in calo e si registrano trend positivi quasi ovunque

Si consolidano la ripresa fra le imprese in Piemonte e l'ottimismo. In miglioramento quasi tutti gli ambiti industriali, con l'eccezione del tessile e dell'edilizio dove la crisi non accenna a diminuire. Bene soprattutto il terziario, tranne la logistica che in controtendenza, peggiora.

A rivelarlo l'indagine di Confindustria in collaborazione con Unioncamere, Intesa Sanpaolo e Unicredit che si riferisce in particolare al primo trimestre del 2017. Occupazione, produzione ed export, i principali indicatori, sono sopra lo zero; la cassa integrazione è in calo e si registrano trend positivi in tutti i territori tranne Biella, Verbania e Vercelli.

In Piemonte, nel dettaglio, il rapporto sulla cassa integrazione, rivela che nei primi cinque mesi dell’anno, la richiesta è stata di 19.134.279 ore, in diminuzione del 58,4% rispetto all’analogo periodo del 2016 (-16,8% ordinaria, -67,1% straordinaria, -32% deroga).

"Dai dati dell’INPS emerge una lenta ripresa media occupazionale - ha dichiarato Gianni Cortese, segretario generale UIL -, al cui interno convivono diverse contraddizioni: le attivazioni di rapporti di lavoro indicano la presenza di imprese “sane” che assumono, seppur con prudenza e a larga prevalenza con contratti a termine, ma si registra, anche attraverso le richieste di cassa integrazione, una sorta di selezione darwiniana delle imprese, con parte del sistema produttivo in difficoltà. 

"Il Piemonte è in ripresa - ha commentato il presidente di Unioncamere, Ferruccio Dardanello - e può continuare a crescere: ci sono tutte le componenti affinché possa diventare una delle locomotive italiane" 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Imprese, nel 2017 si consolida la ripresa ma non nell'edilizia

TorinoToday è in caricamento