Economia

Gtt, rifiutata l'offerta di Trenitalia. Si aprirà una nuova gara pubblica

Il Comune di Torino ha reso ufficiale la decisione. L'offerta da 70 milioni di euro di Trenitalia è stata ritenuta non congrua

Nella conferenza di fine anno di Fassino si era intuito: grazie al rientro del Comune di Torino nel patto di stabilità non si rendeva più necessaria la vendita immediata delle quote del Gruppo Torinese Trasporti.

L'offerta a cui non era stata data ancora una risposta era quella di Trenitalia. Settanta milioni di euro offerti sul piatto, contro i centotredici richiesti. Non a caso molti consiglieri avevano parlato di un rischio svendita della Gtt. Fassino aveva comunque lasciato ugualmente aperta la porta alla cessione.

Non si è dovuto attendere troppo però per conoscere la decisione finale del Comune: l'offerta di Trenitalia non è stata giudicata congrua. Una scelta ponderata attentamente dalla Giunta Fassino, che ha tenuto conto anche del valore di Gtt.

Per il 49% delle quote societarie Palazzo Civico avrebbe voluto ottenere almeno cento milioni di euro, cifra lontana dall'offerta ricevuta, ma che potrebbe essere avvicinata grazie ad un nuovo bando.

Una nuova gara pubblica si aprirà nelle prossime settimane.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Gtt, rifiutata l'offerta di Trenitalia. Si aprirà una nuova gara pubblica

TorinoToday è in caricamento