menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Dalla Regione 27 milioni per le imprese che creano posti di lavoro

Rifinanziato il provvedimento 'Piu' Sviluppò del Piano straordinario per l'occupazione. Liquidità certa alle aziende e costo del denaro abbattuto per essere più competitivi

La Regione Piemonte stanzia quasi 27 milioni di euro a sostegno delle imprese che creano posti di lavoro: 20 andranno direttamente alle aziende, mentre gli altri 7 serviranno per fornire garanzie e abbassare il tasso di interesse, rimborsandone i costi e consentendo di fatto di portarlo fino a zero.

Così la Giunta ha rifinanziato, su proposta dell'assessore allo Sviluppo economico, Massimo Giordano, il provvedimento 'Piu' Sviluppò del Piano straordinario per l'occupazione. "Liquidità certa alle aziende e costo del denaro abbattuto per essere più competitivi: sono questi i principi del provvedimento per consentire agli imprenditori piemontesi di non essere messi fuori mercato a causa degli alti tassi di interesse – commenta l'assessore – Con questi contributi potremo aiutare le nostre imprese a fare significativi investimenti iniziali o aggiuntivi, che possono riguardare ad esempio l'acquisto di nuovi terreni, fabbricati, impianti, attrezzature o attività immateriali. Rispetto alla precedente versione dello strumento, abbiamo diminuito l'importo dell'investimento minimo, al fine di ottimizzare le risorse disponibili e rendere maggiormente efficace questa forma di aiuto. Allo stesso tempo, ampliamo la platea delle potenziali imprese beneficiarie".


L'agevolazione per le aziende consiste in un finanziamento rotativo, meditante l'utilizzo delle risorse derivanti dal prestito ottenuto con la Bei (Banca europea per gli investimenti) al quale si aggiunge un contributo a fondo perduto (che servirà per coprire i costi del tasso di interesse) entro i minimi previsti dalla normativa europea. L'iter per accedere ai finanziamenti prevede una procedura valutativa negoziale, a sostegno di investimenti iniziali e/o aggiuntivi di imprese che siano almeno di 2 milioni di euro con la creazione di 10 occupati (per le piccole imprese) e di 3 milioni e 20 occupati (per le medie imprese). "Ricordo che la cifra di 15 milioni di euro già stanziata con questo provvedimento- aggiunge Giordano - ha permesso di attivare un valore complessivo di progetti intorno ai 62 milioni". Grazie al bando precedente i posti di lavoro delle imprese interessate sono passati da circa 400 a oltre 600.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TorinoToday è in caricamento