Economia Mirafiori Nord

Fiat, Airaudo si appella al Governo: "Serve una risposta per Torino"

Il responsabile della Fiom ha parlato all'assemblea regionale dei metalmeccanici torinesi: "Non è più tempo di estremismo, serve una risposta per Torino" e per averla chiede una mano al Governo

Il responsabile auto della Fiom, Giorgio Airaudo, torna a tuonare contro la Fiat. "Non è più tempo dell'estremismo della Fiat che pensa di avere un proprio contratto nazionale escludendo il sindacato più rappresentativo - ha detto all'assemblea regionale dei metalmeccanici torinesi - La crisi e l'emergenza del paese impongono che faccia un passo di lato".


Il fatto che Giorgio Airaudo ha sottolineato maggiormente, perché fondamentale, è che "Mirafiori è la fabbrica che ha lavorato di meno quest'anno, che rischia di riprendersi più tardi perché i prodotti sono pochi e a fine 2013 la progettazione si potrebbe ridurre ad un terzo della sua capacità perché suddivisa con il Brasile e con Detroit". Secondo Airaudo "serve una risposta per Torino e questo governo ha l'autorevolezza per chiedere quello che Berlusconi non ha mai voluto chiedere alla Fiat: un piano industriale per l'Italia e gli italiani che tuteli il lavoro e i diritti". (Ansa)

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fiat, Airaudo si appella al Governo: "Serve una risposta per Torino"

TorinoToday è in caricamento