Domenica, 26 Settembre 2021
Economia

Fiat: il sindaco Fassino assicura che "le istituzioni faranno la loro parte"

Nell'importante incontro di questo pomeriggio a Palazzo Civico erano presenti le sigle sindacali, le istituzioni comunali e un rappresentante della Fiat. Domani l'atteso incontro con l'azienda

“Pur sapendo che la globalizzazione ha mutato panorama e struttura del settore automobilistico e che la crisi ne rende più critiche le prospettive, continuiamo a credere con convinzione che il gruppo Fiat Chrysler debba avere nell’Italia uno dei suoi centri strategici e che Torino debba continuare ad avere nel gruppo un ruolo direzionale di rilievo”. Lo ha detto il Sindaco di Torino, Piero Fassino, intervenendo a conclusione del Consiglio Comunale di Torino riunitosi oggi in seduta aperta a istituzioni e parti sociali.

“Abbiamo guardato con favore all’accordo Fiat- Chrysler – ha aggiunto Fassino - perché consapevoli che le sfide del mercato impongono dimensioni di scala e volumi di produzione ben più grandi di quelli della sola Fiat. E altrettanto consapevoli siamo che la più agguerrita competitività globale impone un adeguamento dell’organizzazione del lavoro e della produzione, anche andando oltre gli accordi contrattuali del passato. Ed è questa la ragione per cui abbiamo apprezzato la responsabilità dei lavoratori di Pomigliano, Mirafiori ed ex Bertone che hanno approvato nei referendum i nuovi accordi”.

“Ma proprio per questo - ha sottolineato il Sindaco - ci attendiamo che la Fiat dia corso con determinazione e senza dilazioni al piano di investimenti previsti dal Piano Fabbrica Italia, offrendo certezze di futuro a ogni insediamento, a partire da Mirafiori. Le intese per Termini Imprese sono una notizia positiva e ci auguriamo che domani l’incontro azienda - sindacati possa aprire una pagina nuova nelle relazioni tra le parti, superando incomprensioni e conflitti a favore di un impegno condiviso per lo sviluppo dell’azienda e la tutela del lavoro”.


“Decisivo - ha ancora detto il Sindaco di Torino – è non lasciare sole le parti che invece devono essere accompagnate con quelle scelte di politica industriale che finora sono mancate. Ci auguriamo il nuovo Governo voglia svolgere un ruolo attivo e propositivo, promuovendo tutte le azioni necessarie. Le istituzioni locali, così come hanno fatto in questi anni, sono pronte a fare la loro parte e per questo l’Amministrazione di Torino promuoverà un incontro tra le città che ospitano insediamenti Fiat, finalizzato all’individuazione di azioni positive comuni a favore dello sviluppo e del lavoro ”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fiat: il sindaco Fassino assicura che "le istituzioni faranno la loro parte"

TorinoToday è in caricamento