rotate-mobile
Mercoledì, 18 Maggio 2022
Economia

Fiom - Fassino, botta e risposta sul futuro della Fiat a Torino

La Fiom: "Il sindaco non si limiti a registrare i rapporti di forza". Il primo cittadino garantisce l'impegno affinché Torino continui ad avere un ruolo strategico. Il Pd chiede chiarezza

Piero Fassino, il sindaco di Torino, conferma l'impegno già più volte espresso negli scorsi mesi per garantire il ruolo strategico sempre avuto dal capoluogo piemontese per la Fiat. Lo rimarca l'uffico stampa di Fassino: "Fin dal primo giorno della sua elezione - sottolineano da Palazzo Civiso - il sindaco di Torino ha dedicato costante attenzione alle vicende Fiat ribadendo più volte l'impegno pieno della Città di Torino e suo personale per garantire il rispetto degli accordi sottoscritti e assicurare che Torino continui ad avere il ruolo strategico che sempre ha svolto nella storia della Fiat. Ed è un impegno che riconferma anche in queste ore".

La replica dell'ufficio stampa arriva dopo le dure parole della Fiom. "Dal sindaco di Torino mi aspetterei qualcosa in più che un mero ruolo notarile": a dirlo è Giorgio Airaudo, responsabile Auto della Fiom. "Dal sindaco - prosegue Airaudo - mi aspetterei un impegno per avere garanzie formali sugli investimenti Fiat nel torinese. Ad oggi le uniche garanzie sono state imposte ai lavoratori dalla Fiat e dal governo. I lavoratori andrebbero liberati da responsabilità che non possono avere. Sia la città di Torino - sottolinea il sindacalista - a fare un accordo sugli investimenti della Fiat a Torino. Il sindaco - conclude Airaudo - non si limiti a registrare i rapporti di forza".


"Quando si parla della Fiat adesso si deve parlare di chiarezza e di trasparenza. Ovviamente sulla qualità, sul tempo e sulla pregnanza degli investimenti": lo dice Giorgio Merlo, deputato del Pd e vice presidente Commissione Vigilanza Rai. "Perché un conto è aver dato fiducia al progetto illustrato in tempi non sospetti da Marchionne con il sostegno, checché se ne dica, di sindacati e lavoratori. Altra cosa, però - osserva Merlo - è far sì che quegli impegni adesso si concretizzino. Senza balbettamenti o strani rinvii". (ANSA)

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fiom - Fassino, botta e risposta sul futuro della Fiat a Torino

TorinoToday è in caricamento