menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Fiom, i dubbi del sindacato: "Quali tempi di investimento per i modelli Alfa?"

Il segretario Federico Bellono chiede un confronto aperto sul caso: "Vorremmo avere indicazioni più precise"

I dubbi sull’Alfa Romeo e i buoni propositi di Marchionne. Federico Bellono, segretario della Fiom Torinese, a margine della conferenza stampa del sindacato sui carichi di lavoro allo stabilimento Maserati di Grugliasco, ha espresso tutta la sua preoccupazione.

"Marchionne confermando i target economici e l'obbiettivo di far rientrare tutti al lavoro entro il 2018, ha ripetuto cose gia' dette piu' volte – spiega Bellono -. Ha invece taciuto sugli investimenti, soprattutto per l'Alfa, che servono a dare credibilità all'obbiettivo della piena occupazione". 

Bellono ha osservato che dall'incontro con i sindacati firmatari si sarebbe aspettato che emergessero "indicazioni più precise sui nuovi modelli” che invece non sono arrivate. E quindi restano gli interrogativi, e soprattutto la necessità di un confronto più stringente sugli stabilimenti, a partire dalle prospettive del Polo torinese del lusso, cioè Mirafiori e Grugliasco.

La Ferrari, sempre per restare in tema, ha firmato un memorandum d'intesa non vincolante per la realizzazione di un parco tematico Ferrari in Cina. Lo ha reso noto la stessa Ferrari, precisando che il memorandum d'intesa è stato firmato con la società Pechino Automotive e la società Baic Eternaland. Si tratta di un "memorandum of understanding" non vincolante ("MoU") "per la licenza relativa all'ideazione, costruzione e gestione di un parco tematico Ferrari che sarà situato in una tra le principali città della Cina continentale".
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TorinoToday è in caricamento