Lunedì, 17 Maggio 2021
Economia

Fallita la Lamalú di Volpiano: 40 lavoratori a casa

Faceva capo alla Comital

A Volpiano è fallita anche la Lamalú. Lo ha stabilito il Tribunale di Ivrea: a renderlo noto la Uilm. Si tratta della fonderia di alluminio che fa capo alla proprietà di Comital e che opera a monte del processo produttivo della consorella. L’azienda, per cui lavorano 40 persone, viene dunque a trovarsi nella medesima situazione della Comital, dichiarata fallita lo scorso 19 giugno. 

 “Si tratta di un altro duro colpo sul piano occupazione per un territorio già fortemente penalizzato dalla crisi - hanno dichiarato Dario Basso, segretario della Uilm di Torino, e Ciro Di Dato, responsabile Lamalù per la Uilm -. A rimetterci sono come sempre i lavoratori, che si trovano senza la possibilità di utilizzare i contratti di solidarietà, già attivati nei mesi scorsi, e con l’unica prospettiva di essere licenziati pur passando attraverso la Naspi".

Proseguono: "A queste multinazionali purtroppo è ancora consentito restare in Italia a loro piacimento per poi abbandonare il Paese lasciando sul lastrico i lavoratori e le loro famiglie. Proveremo a verificare se questo fallimento in realtà non nasconda una delocalizzazione della produzione in altri impianti produttivi”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fallita la Lamalú di Volpiano: 40 lavoratori a casa

TorinoToday è in caricamento