rotate-mobile
Martedì, 7 Dicembre 2021
Economia Centro / Piazza Castello

Ex Embraco, il 25 aprile scatteranno i licenziamenti per 400 lavoratori: domani il presidio

Appello al Governo: "Convochi subito il tavolo Italcomp"

Il tempo stringe e per i lavoratori di Ex Embraco non c'è ancora pace. E' in programma domani, mercoledì 7 aprile, in piazza Castello a Torino, l'ennesimo presidio dei lavoratori di Riva di Chieri. A renderlo noto i sindacati Fim, Fiom, Uilm, Uglm di Torino. La manifestazione comincerà alle 11 davanti al palazzo della Giunta regionale. In un secondo momento ci si sposterà poco distante, sotto la sede della Prefettura. Il 25 aprile scatteranno i licenziamenti e con l'iniziativa si vuole ribadire al Governo la richiesta di un tavolo che abbia l’obiettivo di dare continuità al progetto Italcomp, mettendo in sicurezza i 400 lavoratori. Un piano che riguarda anche la ACC di Mel, in provincia di Belluno e che si preannuncia da mesi, ma che al momento è ancora bloccata. 

“Il sindacato, insieme ai lavoratori, non smetterà di manifestare finché non saranno salvaguardati i 400 addetti ex Embraco e le loro famiglie -  ha dichiarato Vito Benevento, segretario Uilm Torino - . Inoltre il fondo Escrow deve essere messo a disposizione dei lavoratori da parte di Whirlpool, soggetto co-responsabile sociale di questo scempio. Il Governo deve una risposta ai lavoratori che sono sempre stati ineccepibili sul fronte dell’ordine pubblico e non si meritano dopo 3 anni e mezzo di lotte di essere presi in giro”.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ex Embraco, il 25 aprile scatteranno i licenziamenti per 400 lavoratori: domani il presidio

TorinoToday è in caricamento