Sabato, 18 Settembre 2021
Economia Trofarello

Frode fiscale: indagini su un'evasione da 22 milioni di euro, arresti a Trofarello

L'azienda implicata è la All Ways System. L'operazione della GdF, di portata nazionale, ha coinvolto anche il torinese. L'evasione si basava sull'abbattimento fraudolento del "cuneo fiscale"

La "All Ways System" di Trofarello (Torino) avrebbe messo in atto una frode fiscale da 22 milioni di euro, scoperta dalla Guardia di Finanza all'interno di un'operazione di portata nazionale. Le Fiamme Gialle hanno eseguito all'alba 4 ordinanze di custodia cautelare in carcere e una agli arresti domiciliari nei riguardi di responsabili, dirigenti e amministratori della società che - da quanto si è saputo - ha un giro d'affari intorno ai 100 milioni di euro.

Frode fiscale e indebite compensazioni, le ipotesi di reato formulate dalla Procura della Repubblica di Torino, che coordina l'inchiesta. Tutti gli arresti sono stati fatti in comuni del torinese; in dieci regioni sono state fatte 21 perquisizioni. All'operazione hanno partecipato oltre 100 militari della Guardia di Finanza.
 
L'operazione è scattata in Piemonte, Lombardia, Trentino, Veneto, Emilia-Romagna, Toscana, Lazio, Puglia, Sicilia e Sardegna. Le indagini della Guardia di Finanza di Torino sono cominciate dopo l'avvio di una verifica nei confronti di una società per azioni. L'evasione sarebbe fondata sull'abbattimento fraudolento del "cuneo fiscale".
 
Il meccanismo, in sintesi: invece di assumere direttamente il proprio personale l'impresa avrebbe utilizzato (il condizionale è d'obbligo) dipendenti formalmente in carico a società "cartiere", che poi non versavano imposte e contributi, perché nel frattempo fallivano o venivano poste in liquidazione. A farne le spese sarebbero stati anche i lavoratori dipendenti, costretti a firmare lettere di dimissioni per essere poi riassunti da altre società di comodo, rimettendoci spesso trattamento di fine rapporto e scatti di anzianità.
 
"Sorpresa quanto incredula di dover rispondere in sede penale del proprio operato": così, in un comunicato, la società Aws commenta le notizie che la vedono al centro di una vasta inchiesta della guardia di finanza di Torino. L'azienda "respinge ogni addebito per quanto attiene l'ipotizzata evasione fiscale per milioni di euro" e ritiene di "aver sempre correttamente adempiuto a tutti gli obblighi fiscali e contributivi di legge". "Fiduciosa di poter chiarire ogni singola posizione - conclude il comunicato - la società assicura comunque ai propri clienti e fornitori il regolare e puntuale svolgimento dei servizi tutti".(ANSA)
Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Frode fiscale: indagini su un'evasione da 22 milioni di euro, arresti a Trofarello

TorinoToday è in caricamento