Giovedì, 17 Giugno 2021
Economia

Emergenza luce blu di computer, smartphone e televisione – scatta la prevenzione

Nasce a Torino la startup che ha trovato la soluzione per proteggere gli occhi dagli effetti dannosi della luce blu

In Italia circa 3 milioni di persone passano più di 8 ore davanti a schermi retroilluminati: computer, smartphone e televisione.

Il 91% di queste persone lamenta rossore agli occhi, affaticamento visivo, mal di testa e insonnia. Tutto questo a causa della luce blu, che può causare seri problemi ai nostri occhi perché raggiunge la retina, danneggiandola. Il sole e la maggior parte delle fonti luminose emettono luce blu, in particolare gli schermi LCD e i LED presenti nei dispositivi elettronici e nelle lampadine a basso consumo, ma il rischio nasce dalla prolungata esposizione a queste fonti a cui le persone in età lavorativa e scolastica sono costrette.

Inoltre la luce blu rappresenta uno dei principali fattori di rischio della maculopatia, la prima causa di perdita della vista in Italia

Da questi numeri e dalla consapevolezza di non poter evitare l’esposizione agli schermi, Elena Ravetti, giovane imprenditrice torinese, ha avuto l’idea di studiare un rimedio: ha così creato il PROGETTO PIXEL KURA, un percorso integrato per far conoscere i rischi della luce blu e trovare la corretta protezione in base allo stile di vita di ciascuno e al livello di rischio a cui è esposto. Il progetto si articola in quattro fasi: monitoraggio, prevenzione, protezione e miglioramento.

Il primo step del percorso prevede uno screening non invasivo che ci permettere di conoscere la misurazione della densità maculare, lo speciale filtro che protegge la retina dagli effetti dannosi della luce blu.

Gli screening vengono proposti nelle farmacie partner dell’iniziativa e in poco tempo stanno diventando un appuntamento atteso nelle principali città italiane. Per scoprire i prossimi appuntamenti e prenotare il tuo screening: https://www.facebook.com/pixelkura/events/

Protezione e prevenzione sono i passaggi successivi per raggiungere il benessere visivo:

La protezione è possibile grazie a pellicole da applicare sui device e lenti protettive anche graduate anti luce blu, testate presso il dipartimento di fisica dell’Università di Torino, acquistabili anche online: https://pixelkura.it/prodotti/

La prevenzione e miglioramento consistono in una dieta corretta, uno stile di vita più sano e, se necessario, l’assunzione regolare degli integratori che Pixel Kura ha studiato per il benessere visivo Pixel Lutein (https://pixelkura.it/prodotto/lutein/) e Pixel Active HD (https://pixelkura.it/prodotto/active-hd/) acquistabili nelle migliori farmacie.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Emergenza luce blu di computer, smartphone e televisione – scatta la prevenzione

TorinoToday è in caricamento