Economia

Licenziata dopo la maternità, la 40enne Elisa si reinventa grazie alle torte

Da manager a disoccupata nel giro di pochi mesi: Elisa Benedetto, torinese di 40 anni, ha cambiato profondamente la sua vita diventando mamma. Ora fa torte su ordinazione nel suo Atelier a Legnano

In tempo di crisi molte persone hanno perso il proprio posto di lavoro. C'è chi lo ha perso in un momento ben determinato: stiamo parlando delle donne che sono state lasciate a casa contemporaneamente alla maternità. Tra queste c'è Elisa Benedetto, 40 anni, torinese di nascita ma trasferitasi a Legnano per ricominciare la sua vita professionale. A raccontare la sua storia è TgCom24.

Poco più di quattro anni fa Elisa è rimasta incinta. In quel momento era manager di marketing e comunicazione in un'azienda con sedi in tutta Italia. Ma la sua gravidanza è stata mal accolta e così, poco più di un anno dopo è stata licenziata.

"Dal momento in cui ho comunicato la gravidanza - racconta Elisa a TgCom24 - ho avuto sentore di 'risentimento' verso di me, malgrado l'abbia comunicato praticamente al momento del test, abbia lavorato fino all'ultimo e sia rientrata quando mia figlia aveva 4 mesi". Una condizione che purtroppo colpisce molte donne al giorno d'oggi. Elisa si è ritrovata così dall'oggi al domani senza un lavoro e, a 40 anni, confessa lei, è stato quasi impossibile trovare un altro impiego nei mesi successivi.

Stando a casa le è nata una passione: quella delle torte. "Fai una torta oggi per me, una domani, una per l'amica ci ho preso gusto e visto che sono una persona appassionata ed anche un pochettino incosciente ho deciso dopo meno di un anno di aprire il mio laboratorio". Reinventata pasticcera, oggi il suo laboratorio a Legnano ha già tre anni. Fatica e sudore le fanno creare splendide torte, cupcakes, biscotti e tanto altro. Non sono mancati in questo periodo i corsi di aggiornamento per affinare sempre più la tecnica.

Nonostante la crisi dunque questa mamma torinese si è saputa rinascere. La sua è però una sfida che combatte ogni giorno perché mettersi in proprio senza esperienza alle spalle è un rischio molto grande. Ma il consiglio è uno solo per chi vuole reinventarsi: "Buttarsi perché è sempre meglio averci provato che avere rimpianti, ma essere ben sicuri di avere le spalle coperte!".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Licenziata dopo la maternità, la 40enne Elisa si reinventa grazie alle torte

TorinoToday è in caricamento