menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

EcoSafe ad “Ambiente Lavoro”, come prevenire i rischi delle trasferte all’estero

Il tema sarà affrontato dall'azienda torinese nell'ambito del Salone della Salute e della Sicurezza nei luoghi di lavoro a Bologna

Lavorare all'estero è un'esperienza interessante che però può trasformarsi in un incubo. La situazione internazionale, ormai, impone sempre di più particolari precauzioni e conoscenza della situazione locale per coloro i quali devono affrontare una situazione di trasferta al di fuori dei confini italiani. Nonostante i fatti di cronaca spesso tra i datori di lavoro non è ancora sufficientemente diffusa la cultura di 'proteggere' il proprio dipendente all'estero.

Oltre l’obbligo 'etico', esiste anche un obbligo giuridico riconosciuto dalla giurisprudenza che impone all'imprenditore di farsi carico dei rischi extra-lavorativi. Ad Ambiente Lavoro, il Salone della Salute e della Sicurezza nei luoghi di lavoro (nel quartiere fieristico di Bologna dal 19 al 21 ottobre), si parlerà anche di questo. Il tema sarà affrontato da EcoSafe, azienda torinese operante da oltre un decennio nel settore della consulenza, assistenza tecnica e formazione nell'ambito della sicurezza del lavoro, in un convegno organizzato in Fiera il 20 ottobre.
 
Dall'autunno 2015 EcoSafe si è strutturata per offrire un ulteriore servizio ai propri clienti, tarato appunto su quelle imprese che per necessità devono mandare i propri dipendenti all'estero. L'offerta di EcoSafe si sostanzia per il taglio, non solo giuridico, ma anche fortemente applicativo e operativo, finalizzato certamente alla valutazione dei rischi, ma anche alla diretta gestione del servizio di protezione dei lavoratori all'estero. Un servizio, insomma, a 360 gradi.

In un seminario ad hoc durante la tre giorni di Ambiente Lavoro, Edoardo Mattiello, già ufficiale delle Forze armate italiane con incarichi operativi in aree di conflitto, nonché giurista specializzato in antinfortunistica ed esperto di protezione personale, spiegherà il tipo di consulenza che la società offre: dalla valutazione dei mezzi di trasporto più consoni per la trasferta e degli alloggi più sicuri, alla formazione ed informazione specifica dei lavoratori in base ai diversi Paesi di destinazione.
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TorinoToday è in caricamento