Mercoledì, 27 Ottobre 2021
Economia

La disoccupazione giovanile cresce, nel torinese il 46% degli under29 non lavora

Per mettere una pezza a questo grosso problema la Regione aveva lanciato il progetto "Garanzia Giovani Piemonte" per fare incontrare direttamente domanda e offerta

Così come la crisi non vede grandi segni di ripresa, anche la disoccupazione giovanile resta un grosso problema. Nella provincia di Torino la media parla di un 46% di under29 che non trova un impiego, un dato allarmante addirittura superiore alla media regionale (43%).

Per mettere una pezza a questo grosso problema lo scorso febbraio la Regione Piemonte aveva lanciato "Garanzia Giovani Piemonte", un progetto straordinario rivolto ai giovani dai 15 ai 29 anni che dovrebbe aiutarli a trovare un posto di lavoro. L'idea era quella di un portale ben strutturato in cui domanda e offerta di lavoro si sarebbero potuti facilmente incontrare. Le premesse fatte dall'allora Governo di Roberto Cota hanno trovato riscontro e in poco più di quattro mesi si sono registrati al sito oltre 7.500 ragazzi. Solo nell'ultima settimana sono stati programmati 400 colloqui.

Le offerte maggiori di lavoro arrivano per saldatori, periti meccanici, macellai, aiuti cuochi, ma non mancano quelle per acconciatori, gelatai, sviluppatori web e in molti altri settori. In tutto sono 180 per il momento le opportunità di lavoro o tirocinio.

Il progetto "Garanzia Giovani Piemonte" è stato elogiato anche dal neo assessore regionale al Lavoro, Gianna Pentenero. Positivi questi primi mesi di sperimentazione che saranno ancor più consolidati nel tempo grazie ad alcuni fondi europei.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La disoccupazione giovanile cresce, nel torinese il 46% degli under29 non lavora

TorinoToday è in caricamento