Economia

Debito record per la Regione Piemonte, un disastro l'ultimo anno di Cota

In soli dodici mesi, quelli del 2013, l'ente si è indebitato di altri 3 miliardi di euro. Rispetto all'anno precedente il debito è cresciuto di quasi il 50%. Impietosi i voti delle società che si occupano di rating finanziario

La legislatura che si è chiusa con le prime elezioni anticipate della storia del Piemonte, saranno ricordate anche per l'indebitamento record fatto registrare in un solo anno. Parliamo del 2013: in dodici mesi il bilancio della Regione Piemonte è cresciuto di oltre il 50%, passando da 6,2 miliardi di euro (certificati dalla Corte dei Conti alla fine del 2012) a 9,4 miliardi di euro.

Sono dati impietosi che sono valsi al Piemonte voti bassissimi da parte di chi si occupa del rating finanziario come Ba1 o Moody's. Secondo un'analisi fatta sulla riclassificazione del bilancio piemontese, negli anni della Giunta di Roberto Cota c'è stata una vera e propria escalation negativa. Nel 2009 il livello del debito era al 57% delle entrate dell'ente Regione, nel 2010 era salito al 70% e alla fine dell'anno appena passato - il 2013 - il debito copriva addirittura il 98% delle entrate dell'ente.

Stessa storia per il debito. Prima del 2010, quando ha avuto inizio la passata legislatura, il debito regionale era inferiore ai 5 miliardi di euro. Numero, come si è visto prima, quasi raddoppiato in meno di quattro anni. La colpa di tutto ciò si ritroverebbe nei continui disavanzi d'amministrazione.

Il futuro non può essere descritto come positivo. Le prospettivi sono stabili, grazie anche alle promesse del neo Presidente della Regione, Sergio Chiamparino, che si è impegnato a ridurre i costi di funzionamento dell'ente. Le parole dell'ex sindaco di Torino sono state giudicate positivamente dall'agenzia Moody's. Ma, come ben specificato, per il momento sono parole. Si spera che da queste arrivino anche i fatti.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Debito record per la Regione Piemonte, un disastro l'ultimo anno di Cota

TorinoToday è in caricamento