Mercoledì, 22 Settembre 2021
Economia Grugliasco

De Tomaso: gruppo cinese non si presenta. Ora è corsa contro il tempo

Nelle prossime 48 ore la De Tomaso dovrà chiedere la cassa integrazione per crisi. Questo a seguito della mancata presentazione del gruppo cinese all'incontro al ministero dello Sviluppo. Dove sono finiti i 500 milioni?

I timori dei sindacati si sono avverati: all'incontro di questa mattina al ministero dello Sviluppo, il presidente della Hotyork, possibile acquirente dell'azienda non si è presentato. Sfuma così la possibilità di un ricorso alla cassa integrazione per ristrutturazione e si profila quella per crisi che, il segretario della Uilm, Giuseppe Anfuso, commenta dicendosi molto deluso.

Adesso è una corsa contro il tempo per l'azienda perché entro le prossime 48 ore dovrà chiedere la cassa integrazione per crisi. L'avvocato della società cinese, il legale milanese Simone Brambilla, ha spiegato che i 500 milioni da Hong Kong non sono ancora arrivati, ma ha cercato di dimostrare ai tecnici del ministero dello Sviluppo Economico i progressi fatti in questi giorni.


Molto scetticismo è stato espresso da chi era presente all'incontro. "Niente di concreto, solo dichiarazioni e quindi le sue parole non sono state considerate credibili".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

De Tomaso: gruppo cinese non si presenta. Ora è corsa contro il tempo

TorinoToday è in caricamento