Mercoledì, 22 Settembre 2021
Economia

I vandali dei treni regionali costano 3,5 milioni di euro all'anno

Oltre 3,5 milioni di euro spesi all'anno più un impatto ambientale da non sottovalutare: questo il bilancio del 2011 di Trenitalia per le "spese straordinarie" causate dai vandali

Ammontano a 2,5 milioni di euro i danni provocati dai vandali sui treni regionali del Piemonte nel 2011. A questa cifra va ancora aggiunto un milione di euro per i danni alle macchinette validatrici.

Il bilancio del costo della "manutenzione straordinaria" è stato fatto oggi, alla stazione di Porta Nuova, dove è stata inaugurata la mostra videofotografica 'Treni puliti', che resterà nella principale stazione del capoluogo piemontese fino a mercoledì, per poi essere spostata ad Alessandria (17-18 maggio) e Cuneo (21-22 maggio). Foto e video raccontano l'impegno per tenere i treni puliti e decorosi - l'appalto con le imprese è di 11 milioni all'anno - con l'obiettivo di coinvolgere il pubblico sui costi economici e sociali arrecati dai vandali.


Da mettere in conto non c'è però solo la spesa economica causata dai vandali (in un anno 285 mila euro per rimuovere i graffiti, 380 mila per il 'fermo vetture', 865 mila per i nuovi materiali, 760 mila per la manodopera). C'è da mettere in conto anche l'impatto ambientale. Per eliminare i graffiti sono stati usate 44 tonnellate di prodotti chimici, 1.800 litri di benzina/gasolio, 880 mila litri d'acqua, prodotte 44 tonnellate di rifiuti. Da ultimo, infine, c'é il danno diretto ai viaggiatori per convogli con un numero inferiore di posti per l'assenza delle carrozze ferme in officina. (Ansa)

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I vandali dei treni regionali costano 3,5 milioni di euro all'anno

TorinoToday è in caricamento