Economia Corso Unione Sovietica

Csi in ginocchio, a rischio lo stipendio dei lavoratori del consorzio

Una situazione difficile quella del Consorzio per il Sistema Informativo regionale. Il bilancio continua ad essere positivo, ma la mancanza di finanziamenti rischiano di pesare moltissimo, anche sugli stipendi dei dipendenti

La situazione finanziaria del Csi è drammatica. Così il direttore del Consorzio per il Sistema Informativo di corso Unione Sovietica ha definito il periodo di crisi che ha coinvolto pesantemente anche l'azienda informatica regionale. Se la situazione si protrarrà ancora, spiega i sindacati, c'è il forte rischio che il Csi non riesca a pagare più gli stipendi ai propri dipendenti.

Per il Csi si è già parlato di privatizzazione. Il direttore Stefano De Capitani ha spiegato al quotidiano Repubblica che "il valore della produzione è in linea con il budget annuale, ma a destare preoccupazione sono i 50 milioni di finanziamenti di attività, da parte degli Enti Consorziati. Circa 42 milioni da parte della Regione Piemonte e 6 milioni dalla Città di Torino e da altri Enti Locali".


Grossa preoccupazione per quel che sarà dopo il mese di giugno se i finanziamenti non dovessero essere confermati: "Metterebbe il Consorzio nella condizione di dover erogare servizi senza garanzie di copertura economica - spiega ancora De Capitani - oppure di interromperli con gli effetti connessi". Parlando di numeri, sono oltre 1.200 i dipendenti del Csi e negli ultimi anni ha fatturato sempre sopra i 100 milioni di euro.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Csi in ginocchio, a rischio lo stipendio dei lavoratori del consorzio

TorinoToday è in caricamento