rotate-mobile
Sabato, 4 Dicembre 2021
Economia

Tariffa rifiuti aumentata del 25,9%, le famiglie torinesi spendono circa 329 euro

Il costo medio della Tari nei Comuni è di 295 euro annui. Dati a Cura della UIL - Servizio politiche Territoriali

Tra il 2014 ed il 2017, ovvero in 4 anni dalla sua nascita, la Tassa sui Rifiuti (TARI), è aumenta mediamente dell’1,1%, mentre nell’’ultimo anno si assiste ad una diminuzione generale pari all’1,8% sul 2016. Ma il dato non vale per Torino.

“In valori assoluti, spiega Guglielmo Loy – Segretario Confederale UIL – le famiglie italiane verseranno nel 2017 nelle casse comunali 295 euro medi, a fronte dei 300 euro dello scorso anno e dei 292 euro versati nel 2014”. E’ quanto calcola la UIL Servizio Politiche Territoriali, elaborando i costi in 100 città capoluogo di provincia, per una famiglia con una casa di 80 mq e 4 componenti, con reddito ISEE di 17.812 euro. 

In valori assoluti, nel 2017, il costo maggiore si registra ad Agrigento con 474 euro l’anno. Per quanto riguarda Torino la tariffa sui rifiuti pesa per 329 euro medi a famiglia contro una media nazionale di 295 euro annui. Nel corso del 2017 la TARI è aumentata in 37 città tra cui Genova, Venezia, Firenze, Bari e proprio Torino.

Il capoluogo del Piemonte non rientra, per fortuna, nella top ten con i costi più alti, anche se si assesta su 328,55 euro a famiglia, tra le più care delle città metropolitane. A Torino l’aumento è del 25,9% anche per l’effetto dell’abolizione delle agevolazioni. Se si calcola il periodo 2014-2017, a Torino l’aumento medio è stato del 34,1%.
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tariffa rifiuti aumentata del 25,9%, le famiglie torinesi spendono circa 329 euro

TorinoToday è in caricamento