Negozi Juice chiusi, il sito per gli acquisti online è sempre aperto

I punti vendita fisici sono temporaneamente chiusi causa Coronavirus, ma l’Apple Premium Reseller continua a supportare i propri clienti

Per contribuire a ridurre al massimo i rischi di contagio, Juice, Apple Premium Reseller con 27 punti vendita in Italia, ha deciso di chiudere tutti gli store a partire dallo scorso 12 marzo fino a nuova comunicazione. 
Nonostante rientrassero tra le categorie che avrebbero potuto restare aperte, sono stati salvaguardati in primis i dipendenti e ovviamente anche i clienti dei negozi, prendendo la difficile decisione di chiudere tutti i negozi fino a data da destinarsi, per contribuire in modo effettivo all’esigenza di evitare il più possibile i contatti tra persone al fine di contrastare il contagio dilagante del coronavirus.

In questi giorni in cui la tecnologia riveste un ruolo importantissimo per consentirci di lavorare da casa e di mantenere contatti con tutti i nostri cari, è stato quindi deciso di continuare a offrire i prodotti e servizi Juice, importante riferimento per gli utenti Apple in tantissime città italiane:
-    rafforzando il canale online juice.it, per  consentire  a tutti i clienti di acquistare i dispositivi di cui hanno necessità, e regalando le spese di consegna,  gratuite per qualsiasi acquisto. 
Con metodi di pagamento molteplici: carta di credito, PayPal, oppure una comodissima dilazione in 10 rate mensili richiedibile online senza interessi e senza bisogno di presentare la busta paga.
-    implementando un servizio di assistenza per riparazioni hardware di Mac, iPhone, iPad e Apple Watch con presa e riconsegna a domicilio gratuite, per fare in modo che i clienti riescano ad avere prodotti performanti e in condizioni ottimali, consapevoli che è proprio in momenti come quello che stiamo vivendo che un dispositivo non correttamente funzionante potrebbe causare grandi problemi all’utente.
-    realizzando un servizio di chat sul sito juice.it con i loro Specialisti Apple, per supportare i clienti e per farli sentire vicini anche se lontani, rispondendo alle richieste di consigli per gli acquisti o fornendo le giuste indicazioni su quali procedure seguire.
-    gestendo gli sconti education e i buoni Carta del Docente anche a distanza, in questo momento così delicato per il mondo dell’istruzione, per supportare studenti e docenti e poter loro fornire le migliori tecnologie per questa strana scuola a distanza.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In questa emergenza che nessuno avrebbe mai pensato di dover sostenere, anche Juice sta cercando di fare il massimo per essere come sempre all'altezza delle aspettative di eccellenza che lo contraddistinguono.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Terribile tragedia nella notte: uccide il figlio di 11 anni a colpi di pistola e poi si spara

  • Incidente mortale in città: a perdere la vita uno scooterista di 30 anni

  • Elezioni comunali 2020 a Moncalieri: Montagna verso la conferma al primo turno

  • Investito dalla sua auto dopo avere dimenticato di inserire il freno a mano: è grave

  • Elezioni 2020, in 23 comuni del Torinese i cittadini sceglieranno il sindaco e il consiglio comunale

  • La denuncia: "Aggredito dal vigilante del supermercato perché mi sono abbassato la mascherina"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TorinoToday è in caricamento