Economia

Coldiretti accoglie la nuova road map sui nitrati per salvare la zootecnia

Dopo gli studi dell'Ispra è stato accertato come non sia legato all'allevamento l'aumento del tasso di nitrati nelle falde acquifere, adesso si attende il compimento della road map per tutelare gli allevamenti e i prodotti locali

Il governo e le regioni hanno stabilito una nuova road map per ridefinire le aree vulnerabili ai nitrati. Da questo programma, secondo il direttoe di Coldireti Piemonte, Antonio De Concilio, dipenderà il futuro della produzione regionale. 

Secondo quanto sottolineato da Ce Concilio la studio dell'Ispra scagiona in modo definitivo l'allevamento dall'accusa di inquinamento delle acque sotterranee accertando la responsabilità dei fanghi di depurazione e degli scarichi civili. Per Coldiretti il Piemonte deve salvaguardare i prodotti dell'allevamento che una scorretta delimitazione territoriale potrebbe mettere in pericolo. 


I ministri delle Politiche Agricole, Maurizio Martina, e dell'Ambiente, Luca Galletti, hanno stabilito che le proposte di revisione dovranno essere inoltrate entro il 17 marzo. "Coldiretti Piemonte - si legge n una nota - auspica che la nostra Regione rispetti la data per portare una proposta, supportata da dati tecnici, al tavolo di lavoro, affinché la discussione sulla nuova delimitazione territoriale possa poi passare a livello europeo".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coldiretti accoglie la nuova road map sui nitrati per salvare la zootecnia

TorinoToday è in caricamento