Nel 2016 spariscono i Co.Co.Pro., sono 35mila i piemontesi coinvolti

Dal primo gennaio i contratti a progetto non saranno più validi per alcune norme introdotte dal Jobs Act. A esserne interessati sono 35mila piemontesi

Tra meno di due settimane il 2015 ci saluta e con il nuovo anno ci saranno parecchie novità. In primis per i lavoratori che fino a oggi hanno avuto un contratto Co.Co.Pro., una convenzione che dal primo gennaio non esisterà più per le norme introdotte dal Jobs Act. In Piemonte sono 35mila i contratti a progetto attualmente attivi: a dirlo è la società di gestione delle risorse umane Adecco, che da tempo ha avviato una campagna di sensibilizzazione per venire incontro a coloro che hanno questa tipologia contrattuale.

"Dal 1 gennaio 2016, in seguito alle novità del Jobs Act, questo tipo di contratto verrà considerato come lavoro subordinato nel caso in cui la prestazione lavorativa fosse personale, continuativa e organizzata dal committente per quel che riguarda orari e luoghi di lavoro", evidenziano da Adecco aggiungendo che dal 25 giugno 2015 non è più possibile stipulare contratti a progetto. In Italia sono oltre 650mila i lavoratori con un Co.Co.Pro.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ragazzo si getta sotto il treno in corsa: morto. Convoglio bloccato per quattro ore

  • Tamponamento fra due tram (uno era fuori servizio): 14 feriti in ospedale

  • Banda di ladri senza pietà: uccidono a pietrate il cane che li aveva sorpresi

  • È in arrivo la neve a Torino: altre nevicate fino alla vigilia di Natale

  • Benessere psicologico: 5 comportamenti virtuosi per avere una vita più serena

  • Perde il controllo dell'auto, colpisce un'altra macchina e finisce contro il muro: due feriti

Torna su
TorinoToday è in caricamento