Nel 2016 spariscono i Co.Co.Pro., sono 35mila i piemontesi coinvolti

Dal primo gennaio i contratti a progetto non saranno più validi per alcune norme introdotte dal Jobs Act. A esserne interessati sono 35mila piemontesi

Tra meno di due settimane il 2015 ci saluta e con il nuovo anno ci saranno parecchie novità. In primis per i lavoratori che fino a oggi hanno avuto un contratto Co.Co.Pro., una convenzione che dal primo gennaio non esisterà più per le norme introdotte dal Jobs Act. In Piemonte sono 35mila i contratti a progetto attualmente attivi: a dirlo è la società di gestione delle risorse umane Adecco, che da tempo ha avviato una campagna di sensibilizzazione per venire incontro a coloro che hanno questa tipologia contrattuale.

"Dal 1 gennaio 2016, in seguito alle novità del Jobs Act, questo tipo di contratto verrà considerato come lavoro subordinato nel caso in cui la prestazione lavorativa fosse personale, continuativa e organizzata dal committente per quel che riguarda orari e luoghi di lavoro", evidenziano da Adecco aggiungendo che dal 25 giugno 2015 non è più possibile stipulare contratti a progetto. In Italia sono oltre 650mila i lavoratori con un Co.Co.Pro.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia nel palazzo del centro cittadino: uomo si uccide gettandosi nel vuoto

  • Ventiquattro ore dopo, nuovo dramma in autostrada: morto un 26enne

  • Scende dall'auto dopo un incidente e viene travolto da un'altra vettura: morto

  • Sbanda con l'auto e finisce contro il guardrail: morta una donna

  • Precipita dal quarto piano mentre fa lavori in casa: morto dopo l'arrivo in ospedale

  • Perde il controllo dell'auto che invade la corsia opposta: scontro frontale, ragazzo grave in ospedale

Torna su
TorinoToday è in caricamento