Ospedali Valdesi a rischio chiusura: scende in campo il Vescovo

Il Vescovo di Pinerolo si è schierato apertamente contro la chiusura delle strutture sanitarie valdesi di Pomaretto e Torre Pellice. "I sacrifici devono essere ripartiti equamente tra tutti e non in favore di qualcuno"

No alla chiusura degli ospedali Valdesi di Pomaretto e Torre Pellice. La richiesta arriva dal Sinodo Valdese che ha ricordato gli accordi presi nel 2003, dieci anni fa, tra Tavola Valdese e Regione Piemonte.

La lotta per tenere in vita le strutture sanitarie ha visto le recenti adesioni del Vescovo di Pinerolo e del Moderatore della Tavola Valdese. Ciò ha fatto sì che ci fosse la rappresentanza delle due maggiori comunità religiose presenti nel comprensorio.

"La presa di posizione del Sinodo Valdese rafforza il sentimento comune diffuso tra gli abitanti delle valli pinerolesi - ha sottolineato il Comitato di Pomaretto -. In una congiuntura difficile come l'attuale i sacrifici devono essere ripartiti equamente tra tutti e non in favore di qualcuno a detrimento di altri".

Mentre aspettano ulteriori riscontri alle aperture di dialogo tra i sindaci dei 47 comuni interessati e l'Assessore alla Sanità regionale Ugo Cavallera, il Comitato di Pomaretto ha promosso una raccolta fondi destinata a sostenere eventuali azioni legali.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tenta di uccidere il figlioletto di un anno con le pastiglie nel biberon, poi si taglia le vene

  • Tempo libero e svago, cosa fare a Torino e dintorni sabato 16 e domenica 17 novembre

  • Trasporto pubblico locale, in arrivo un giornata di sciopero: possibili disagi

  • Autostrada, installati due box per gli autovelox: dove sono

  • Offerte di lavoro e stage alla Magneti Marelli: le posizioni aperte 

  • Le "soffia" il parcheggio e lui scende dall'auto, la insulta e le stringe il collo

Torna su
TorinoToday è in caricamento