Economia

Crisi, Torino è sempre la provincia con più cassaintegrati in Italia

Il segretario della Uil Piemonte, Gianni Cortese: "Se continuerà il trend in atto, in Italia nel 2013, undici lavoratori su cento del settore privato conosceranno l'amara esperienza della cassa integrazione"

Nella nostra regione a marzo, sono state richieste 13,4 milioni di ore di cassa integrazione, con un incremento del 30,2% rispetto al mese precedente. Spicca l'incremento della cassa in deroga cresciuta del 406,9%,mentre l'ordinaria cresce del 22,1% e la straordinaria scende del 2,9%.

E' quanto emerge dal rapporto della Uil. I lavoratori interessati sono complessivamente 78.899, in aumento di 18.313 unità rispetto a febbraio.

Torino resta la provincia con più cassaintegrati d'Italia.

Il segretario della Uil Piemonte, Gianni Cortese, commenta così:  "Se continuerà il trend in atto, in Italia nel 2013, undici lavoratori su cento del settore privato conosceranno l'amara esperienza della cassa integrazione. E' un dato allarmante dal punto di vista sociale, che merita di essere affrontato anche sul versante delle politiche fiscali.á Nel corso di quest'anno i lavoratori contribuenti dovranno sborsare mediamente 712 euro tra Imu, Tares e addizionali locali, ma è grave che pochissime amministrazioni locali prevedano agevolazioni per coloro che hanno perso o rischiano di perdere il posto di lavoro".

"Bisogna rimuovere - aggiunge Cortese - il timore che non sia garantita per tutto il 2013 la copertura finanziaria alla cassa in deroga, che vede già oggi molte Regioni in procinto di esaurire le risorse anche i saggi indicati dal presidente Napolitano hanno inserito questo tema tra quelli più urgenti a cui dare risposta. Il 16 aprile Uil, Cgil e Cisl saranno davanti al Parlamento per chiedere a tutte le forze politiche che sia garantito il reperimento delle risorse necessarie, stimabili in almeno 1 miliardo di euro".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Crisi, Torino è sempre la provincia con più cassaintegrati in Italia

TorinoToday è in caricamento