Brandizzo: richiesta proroga al 15 marzo per il pagamento della “mini-imu”

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di TorinoToday

I consiglieri comunali di Alternativa Civica Giuseppe Deluca, Davide Pitton e Simone Ricca hanno richiesto all'amministrazione comunale di prorogare fino al 15 marzo 2014 il pagamento della rata della Mini-Imu 2013 senza sanzioni, senza aggravi di mora e di interessi, per permettere ai cittadini brandizzesi di effettuare il calcolo della Mini-Imu con maggiore tempo, per evitare inutili code presso gli sportelli degli agenti di riscossione o banche convenzionate e presso gli uffici postali e per alleviare lo stress psicologico procurato dall'ennesimo balzello imposto dallo stato ed al quale si deve adempiere in troppo pochi giorni.
"La proroga del pagamento della rata della Mini-Imu 2013 - spiega il vicecapogruppo di Alternativa Civica Simone Ricca - è in fase di adozione da numerosi comuni.

La Legge consente che ogni Comune decida sulla base dei propri regolamenti ed esigenze, se confermare al 24 gennaio o posticipare il pagamento della rata Imu prima casa avvalendosi della potestà regolamentare sancita dall'articolo 52 del Decreto legislativo n. 446 del 1997".

"La maggior parte dei comuni che ha deciso di posticipare tale pagamento - afferma il consigliere Davide Pitton e coordinatore cittadino di Alternativa Civica - sta procedendo mediante delibera di Giunta ed alcuni anche con delibera di Consiglio Comunale con convocazione urgente del Consiglio Comunale.

Ci dichiariamo disponibili alla partecipazione ad un Consiglio Comunale urgente per deliberare in tal senso".
"L'aliquota base prevista dalla legge - precisa Giuseppe Deluca, capogruppo di Alternativa Civica - è il 4 per mille, a Brandizzo l'aliquota stabilita dall'amministrazione è del 4,6 per mille.

A Brandizzo la Mini-Imu è il 40% dello 0,6 per mille: alcuni proprietari brandizzesi saranno sotto i 12 euro e quindi esentati, altri avendo la casa in comproprietà con il coniuge, pur avendo 24 euro di Mini-Imu, dividendo per due, saranno anche loro esentati".
"Confidiamo nel fatto - conclude il capogruppo - che l'amministrazione comunale voglia tutelare i cittadini brandizzesi e concedere questa proroga fino al 15 marzo 2014".

Torna su
TorinoToday è in caricamento