rotate-mobile
Sabato, 21 Maggio 2022
Economia

Addio bollino blu, Cota: "Ormai era diventato inutile"

L'abolizione per ora riguarda soltanto le automobili classificate come euro 3, euro 4, e euro 5, per le quali la decadenza dell'obbligo scatterà dal primo settembre

Non era una "boutade" di inizio estate. Il bollino blu per gli automobilisti piemontesi è già un ricordo, o quasi. La Regione Piemonte abolisce io nfatti l'obbligo del bollino blu per le auto, introdotto dalla precedente giunta regionale nel 2006 per controllare e limitare le emissioni nocive.

Il motivo alla base della decisione è spiegato dal governatore Roberto Cota: "Era diventato una gabella inutile, dopo che il nuovo codice della strada ha reso biennali le revisioni obbligatorie, e le nuove tecnologie hanno portato a produrre auto sempre meno inquinanti". L'abolizione per ora riguarda soltanto le automobili classificate come euro 3, euro 4, e euro 5, per le quali la decadenza dell'obbligo scatterà dal primo settembre. Per tutte le altre (euro 0, euro 1, euro 2), l'obiettivo della Regione è arrivare all'abolizione dal primo gennaio 2012.

"Oggi stesso - ha spiegato il presidente della Regione - il provvedimento sarà sottoposto alla Conferenza delle Autonomie Locali, e domani la delibera sarà pronta per l'approvazione da parte della Giunta". "I cittadini - ha aggiunto Cota - considerano il bollino blu giustamente incomprensibile. Per un milione e 700 mila automobilisti l'obbligo viene cancellato subito, per i quasi 800 mila rimanenti ci sono dei problemi tecnici da risolvere, per cui avvieremo un percorso di approfondimento mirato alla cancellazione del bollino a partire dal prossimo anno".

"L'abolizione del bollino - ha sottolineato l'assessore all'ambiente Barbara Ravello - non è un abbassamento della guardia sulla salute dei cittadini, bensì il riconoscimento del giusto sforzo che gli automobilisti hanno fatto per dotarsi di auto meno inquinanti".

(ANSA)

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Addio bollino blu, Cota: "Ormai era diventato inutile"

TorinoToday è in caricamento