Sabato, 25 Settembre 2021
Economia

Trasporti pubblici, la denuncia di Bono: "A pagare è sempre il cittadino"

Il capogruppo in Consiglio regionale del Movimento a 5 Stelle, Davide Bono, lamenta che debbano essere sempre i cittadini a pagare, senza che vi siano "aumenti di puntualità, frequenza o pulizia"

Dopo la decisione della Giunta regionale di aumentare le tariffe dei mezzi pubblici e la razionalizzazione degli stessi, il consigliere regionale del Movimento a 5 Stelle, Davide Bono, denuncia il fatto che "a pagare è sempre il cittadino".


"Non vi sarà - sottolinea Bono - nessun aumento di puntualità, frequenza, pulizia dei servizi, tanto che meno quello ferroviario. Ci sembra pertanto quanto meno deplorevole sentire il neo-ministro Passera parlare di 300 miliardi di euro di investimenti in nuove infrastrutture. Altre decine di miliardi si investiranno per la realizzazione di linee Alta Velocità utilizzate dall'oligarchia dirigente del Paese, mentre si aumentano le tariffe di coloro che viaggiano tutti i giorni sui treni pendolari. Cambiano i governi ma resta uguale la sostanze: chi paga è sempre il cittadino". (Ansa)

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Trasporti pubblici, la denuncia di Bono: "A pagare è sempre il cittadino"

TorinoToday è in caricamento