Mercoledì, 20 Ottobre 2021
Economia

Per i piemontesi in aumento Irpef e bollo dell'auto dal 2015

La manovra "necessaria" è stata approvata per coprire gli oneri finanziari e raggiungere l'equilibrio di bilancio. Secondo una prima stima, gli aumenti frutteranno oltre 110 milioni di euro per le casse regionali

Per i piemontesi sono in arrivo due aumenti: l'Irpef di base e il bollo auto per gli autoveicoli superiori ai 53Kw.

A votare positivamente il disegno di legge proposto dalla Giunta regionale sono stati 29 consiglieri (18 i contrari). La manovra, definita come "necessaria", serve alla Regione per far fronte alla copertura degli oneri finanziari e per il raggiungimento dell'equilibrio di bilancio. Secondo una prima stima, gli aumenti frutteranno alle casse regionali oltre 110 milioni di euro.

Partiamo dall'aumento dell'Irpef di base. Questo sarà scaglionato, ossia diviso in base alla fascia di reddito: 0,39% per i redditi fino a 15mila euro, 0,90% oltre 15mila e fino a 28mila euro, 1,52% per i redditi oltre 28mila euro e fino a 55mila euro, 2,09% oltre i 55mila e fino a 75mila e 2,10% per i redditi oltre 75mila euro.

Detrazioni: per il 2015 è prevista una detrazione all'addizionale Irpef di 100 euro per ciascun figlio per tutte le famiglie con più di tre figli a carico e un’agevolazione di 250 euro per le famiglie con figli disabili.

Movimento 5 Stelle: "Salasso evitabile per i piemontesi" >>

"Quella votata è una manovra senza dubbio dolorosa, ma necessaria - ha detto l'assessore regionale al Bilancio Aldo Reschigna -. In gioco c'è il futuro della Regione Piemonte". A fargli eco interviene il Segretario regionale del Pd Davide Gariglio: "Anziché posticipare la soluzione nel tempo - ha affermato - abbiamo deciso di proporre subito le soluzioni necessarie per mettere ordine nel bilancio regionale". Completamente contrariato dall'approvazione degli aumenti è Forza Italia che, tramite il segretario Gilberto Pichetto, esprime tutto il disappunto: "Questa è una pagina triste per i piemontesi, noi siamo assolutamente contrari a ogni aumento di tasse votato dal centrosinistra. Avevamo presentato alla Giunta e alla maggioranza - sottolinea - misure concrete e di buon senso che avrebbero evitato di aumentare di un solo euro le tasse ai cittadini, ma la sinistra oggi al Governo della nostra regione ha dimostrato nuovamente di predicare bene in campagna elettorale e razzolare male quando si tratta di mettere le mani nelle tasche dei cittadini".

Oltre all'Irpef, dicevamo precedentemente, la manovra apporta modifiche anche al costo del bollo auto. La tassa automobilistica regionale riguarda le vetture che hanno potenza superiore ai 53kw ed è previsto un aumento progressivo: 6% fino a 100kw, 8% per quelli di potenza superiore a 100kw e fino a 130kw, 10% per quelli di potenza superiore a 130kw.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Per i piemontesi in aumento Irpef e bollo dell'auto dal 2015

TorinoToday è in caricamento