Economia

Aumentano le imprese straniere in Piemonte: va forte il settore edile

A Torino il tasso di crescita delle attività guidate da immigrati supera il 6%

Al 31 dicembre 2021 sale in Piemonte l'incidenza delle imprese straniere. Sulle 428mila imprese aventi sede in regione, il dato è pari all'11,4%, in crescita rispetto al 10,9% del 2020.

In base ai dati del Registro imprese delle Camere di commercio emerge come, alla fine dell’anno appena concluso, le imprese straniere registrate in Piemonte ammontassero a 48.676, risultando una realtà ormai strutturale del tessuto imprenditoriale regionale.

Tasso di crescita pari quasi al 6%

A fronte della nascita di 5.355 imprese straniere, si sono registrate solo 2.626 cessazioni (valutate al netto delle cessazioni d’ufficio), per un saldo positivo pari a 2.729 unità e un tasso di crescita del +5,9%, circa il quadruplo di quanto evidenziato nel 2021 dal tessuto imprenditoriale piemontese complessivo (+1,5%).

“La componente straniera delle aziende ha contribuito in misura significativa alla ripresa del tessuto imprenditoriale piemontese - dichiara il Presidente di Unioncamere Piemonte, Gian Paolo Coscia - . Anche nel 2021 le imprese straniere hanno evidenziato una vivacità superiore a quella delle imprese regionali nel loro complesso, grazie a un numero di iscrizioni nettamente superiore alle cessazioni. Il nostro compito, come istituzioni, è contribuire alla nascita, allo sviluppo e all’internazionalizzazione anche di queste imprese attraverso politiche mirate di sostegno e affiancamento” .

Il dettaglio delle province 

Le realtà provinciali in cui le imprese guidate da immigrati rivestono un’importanza maggiore sul relativo tessuto imprenditoriale sono Torino (13,4%) e Novara (11,9%); Cuneo (6,4%) e Biella (6,8%) sono, al contrario, quelle in cui la presenza di stranieri alla guida delle imprese del territorio è inferiore. In termini di dinamica i tassi di crescita più elevati appartengono a Torino (+6,3%) e a Cuneo (+5,9%).

Settore edile in testa

Il settore in cui le imprese straniere risultano maggiormente presenti in valore assoluto è, anche nel 2021, quello delle costruzioni. Il comparto edile, che ha vissuto una situazione particolarmente favorevole nell’ultimo anno grazie agli incentivi, ha evidenziato per la componente straniera un forte incremento, registrando un tasso di crescita del +8,1%.

Tra gli altri principali settori di specializzazione delle imprese straniere troviamo il commercio, che ha vissuto nel 2021 un’espansione del +3,6%, gli altri servizi, con un incremento del +7,7%, il turismo, cresciuto del 2,5%, e le attività manifatturiere (+4,3%).

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Aumentano le imprese straniere in Piemonte: va forte il settore edile
TorinoToday è in caricamento