rotate-mobile
Economia

Apprendistato: Confartigianato non firma l'accordo con la Regione

Secondo il presidente di Confartigianato Giorgio Felici, la doppia formazione prevista dalla norma si tradurrebbe in un inutile spreco di risorse

 

Confartigianato Imprese Piemonte ha deciso di non firmare l'accordo regionale sull'apprendistato professionalizzante o di mestiere. La norma prevede che gli apprendisti assunti con la nuova legge Sacconi debbano partecipare ad attività formative da realizzarsi sia all'interno che all'esterno dell'impresa che li ha assunti.
 
"La formazione teorica che deve frequentare l'apprendista fuori dall'azienda - osserva Giorgio Felici, presidente di Confartigianato Imprese Piemonte - ricomprende tutta la formazione sulla sicurezza sul lavoro già prevista dall'accordo Stato/Regioni del 21 dicembre 2011, e che tutti i lavoratori, apprendisti e non, devono frequentare entro 60 giorni dall'assunzione. In altre parole la stessa persona dovrebbe frequentare, nell'arco di tre o quattro mesi, praticamente lo stesso corso di formazione da 8 a 16 ore, di cui uno pagato dall'azienda perché dipendente ed uno pagato dalla Regione perché apprendista".
 
"Senza nulla togliere alla sicurezza - aggiunge Felici - riteniamo inaccettabile sprecare un fiume di denaro pubblico e privato, oggi prezioso più che mai. Purtroppo l'accordo regionale non ha ritenuto valide le nostre proposte".
 
(ANSA)
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Apprendistato: Confartigianato non firma l'accordo con la Regione

TorinoToday è in caricamento