Anche Bolaffi entra nel mondo delle licenze

L'azienda torinese vuole promuovere il collezionismo tra i giovanissimi abbinando francobolli e monete a cartoon, serie tv e personaggi per bambini

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di TorinoToday

Francobolli e monete potrebbero diventare protagonisti di cartoon e serie tv o integrarsi con le storie e i personaggi amati dai giovanissimi. E' questa la nuova strategia di sviluppo della Bolaffi, storica azienda torinese specializzata nel commercio filatelico e numismatico, presentata stamani nell'ultima giornata del Bologna Licensing Trade Fair (BLTF), l'unico appuntamento fieristico in Italia dedicato alla compravendita di licenze su brand e properties. Il BLTF ha visto la presenza come espositori di 50 aziende italiane ed estere, in rappresentanza di oltre 500 marchi. "La nostra esigenza è di avvicinare i bambini di oggi al collezionismo", ha dichiarato l'amministratore delegato Giulio Filippo Bolaffi, "e dunque cerchiamo idee e licenze per i più piccoli, in particolare per l'età tra gli 8 e gli 11 anni, a cui abbinare il prodotto francobollo o moneta. E' un investimento di lungo periodo che, in un prossimo futuro, speriamo possa suscitare nuove generazioni di appassionati collezionisti".

Durante il BLTF, la Bolaffi ha condotto una serie di incontri sia con aziende titolari di famosi characters per bambini, sia con importanti insegne della grande distribuzione per proporre l'utilizzo come collaterali di prodotti collezionabili basati su francobolli o monete. Presentata anche Koins Collection 2, la nuova raccolta di 108 monete vere acquistabili in edicola. "Siamo soddisfatti dei risultati della prima edizione di Koins Collection e abbiamo iniziato la distribuzione delle bustine della seconda collezione", ha sottolineato Giulio Filippo Bolaffi. "Questa raccolta, realizzata insieme a Nesquik, è un esempio del tipo di attività chiavi-in-mano che proponiamo alle grandi reti di distribuzione". Oggi in Italia vengono stimati 1,5 milioni di collezionisti filatelici e circa 1 milione di numismatici. "Il nostro obiettivo dei prossimi anni è quello di far conoscere i francobolli e le monete ad almeno 500-600mila bambini", ha detto l'amministratore delegato di Bolaffi, "che in futuro speriamo possano diventare collezionisti adulti".

Nel quartiere fieristico di Bologna, intanto, si sono concluse oggi la fiera sulla compravendita delle licenze BLTF e la fiera sul digital entertainment ExpoPixel, mentre prosegue fino a domani la Fiera del Libro per Ragazzi. "Siamo molto soddisfatti dei risultati e dell'affluenza di operatori specializzati, sia italiani che esteri", ha dichiarato Marco Momoli, exhibition director di BolognaFiere. "In particolare, il gran numero di workshop e di meeting, che si sono svolti parallelamente a queste due fiere, hanno affrontato una serie di temi di grande attualità ed hanno rappresentato momenti di approfondimento di particolare interesse". Tra gli argomenti proposti durante il BLTF, vi sono stati lo sviluppo della collaborazione tra licensing e franchising, le opportunità di business ad Hong Kong e le prospettive del licensing nel settore del publishing. Interessanti anche i temi affrontati da ExpoPixel, tra cui il crowdfunding come modalità di finanziamento per progetti innovativi e le nuove frontiere della comunicazione con social e mobile.

Torna su
TorinoToday è in caricamento