Economia Vallette / Corso Cuneo, 58

Concorso per la nuova sede del Gruppo Vergero: i vincitori arrivano dalla Toscana e dal Perù

Sono state 39 le proposte pervenute e selezionate

Il progetto vincente

Sono gli architetti Lorenzo Barghini, di Pistoia, e Bernardo Aguilar, di Lima (Perù), i vincitori del concorso di progettazione internazionale per la realizzazione del nuovo quartier generale del Gruppo Vergero - società di rilevanza nazionale con oltre 30 anni di esperienza nella green economy - che sorgerà a Venaria Reale.

Il concorso era stato indetto assieme alla Fondazione per l’architettura di Torino, era aperto a tutti gli architetti e ingegneri abilitati alla professione, e prevedeva la progettazione di un polo ad alta visibilità, comprensivo di palazzina uffici, area logistica e allestimento del fronte esterno, che si affaccia per più di 500 metri sulla tangenziale Nord di Torino.   

Sono state 39 le proposte pervenute e selezionate. "Cercavamo un progetto in grado di comunicare e valorizzare alcuni tratti fondanti e rappresentativi di Gruppo Vergero: eticità, innovazione, entusiasmo e inclusività - spiega il presidente Marco Vergero - Gli architetti Barghini e Aguilar sono stati in grado di interpretare in termini di progettazione architettonica tutti i valori fondanti della nostra Azienda: trasparenza, innovazione, condivisione, eticità e apertura al territorio. Oltre ai requisiti tecnici, che sono stati ovviamente rispettati, il progetto ha colto l’essenza della nostra realtà attraverso una proposta architettonica leggera, gentile ed elegante, che siamo certi verrà apprezzata anche dal territorio. Il nuovo headquarter di Gruppo Vergero sarà un luogo da vivere, in cui le persone potranno riconoscersi e soprattutto incontrarsi, confrontarsi e scambiare idee, in una continuità di spazi che confondono l’interno con l’esterno".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Per Gabriella Gedda, presidente di Fondazione per l’architettura di Torino "questo concorso è stata una procedura che ha consentito non solo di trovare la soluzione migliore, ma anche di creare dibattito nella comunità degli architetti e nella società civile sviluppando consapevolezza sul valore dell’architettura e della qualità nei processi di trasformazione dello spazio". 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Concorso per la nuova sede del Gruppo Vergero: i vincitori arrivano dalla Toscana e dal Perù

TorinoToday è in caricamento