Giovedì, 24 Giugno 2021
Economia Vallette / Corso Cuneo, 58

A Venaria la sede centrale del Gruppo Vergero: l’avvio del nuovo polo strategico dal 2022

Il nuovo headquarter verrà realizzato su un’area di 26.000 m2 lungo la tangenziale Nord di Torino

L'area in cui sorgerà il nuovo headquarter in corso Cuneo

Il Gruppo Vergero, realtà della green economy che si occupa di gestione di rifiuti speciali industriali e agricoli, ha bandito il concorso di progettazione internazionale per la realizzazione del suo nuovo headquarter di Venaria Reale, programmato dalla Fondazione per l’architettura / Torino e aperto a tutti gli architetti e ingegneri abilitati alla professione.

Il vincitore del concorso parteciperà alla progettazione e all’esecuzione dei lavori dell’headquarter, comprensivo di palazzina uffici, area logistica e allestimento del fronte esterno dell’intero sito. Per l’azienda il sito scelto a Venaria Reale, con un’estensione di circa 26.000 mq e un importante fronte sulla tangenziale Nord di Torino, vanta un grande potenziale in termini di visibilità grazie alla sua localizzazione strategica lungo lo svincolo autostradale verso l’Allianz Stadium.

“Quando si è presentata la necessità di pensare a una nuova sede, non abbiamo avuto dubbi – afferma Marco Vergero, Presidente di Gruppo Vergero –. Il legame con il nostro territorio di origine ci ha portati a scegliere di mantenere la sede centrale e investire nel Torinese, e di affidarci a una realtà autorevole come la Fondazione per l’architettura / Torino per lanciare una sfida internazionale e progettare un headquarter di rilievo per il Gruppo, dando spazio alla creatività e ampliando il ventaglio di opzioni possibili per realizzare una struttura d’impatto, bella e valorizzante per il territorio circostante”. 

Nato dall’esigenza di creare un polo strategico a supporto della crescita di Gruppo Vergero, il nuovo headquarter verrà realizzato su un’area di 26.000 m2. Il sito, con spazi dedicati all’operatività industriale e agli uffici, ospiterà la base logistica centrale, un’impiantistica avanzata per la tutela ambientale e la sede amministrativa del Gruppo.

Entro giugno 2021 è prevista la proclamazione vincitore del concorso di idee e, secondo il cronoprogramma dell’azienda, a febbraio 2022 l’inaugurazione dello stabilimento industriale con inizio dell’operatività industriale da aprile 2022. L'apertura totale del sito è prevista per il 2023. Nel frattempo, l'Ecocentro comunale - che sorge proprio dove dovrà stanziarsi la nuova azienda - verrà spostato nella vicina via Liguria angolo via Piemonte, nell'altra zona industriale della Reale. 

Il concorso per la realizzazione del nuovo headquarter

Il concorso è strutturato in due gradi: entro il 29 marzo 2021 è possibile candidarsi alla selezione di primo grado; il 9 aprile si conosceranno i quattro progetti che accederanno al secondo grado di concorso, i quali avranno tempo fino all’11 giugno per inviare i propri elaborati. La proclamazione del progetto vincitore avverrà il 30 giugno. Possono partecipare al concorso architetti e ingegneri iscritti all’Albo, singolarmente o in raggruppamenti temporanei. Per partecipare, è possibile scaricare il bando.
 
“Insieme al Gruppo Vergero, vogliamo invitare gli architetti a ideare e contribuire a definire il volto della Torino Città Metropolitana del futuro. Il concorso internazionale che si apre ci connette in un’ottica comune e condivisa con il gruppo di nuova sostenibilità della progettazione urbana” commenta Alessandra Siviero, presidente della Fondazione per l’architettura / Torino.
 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

A Venaria la sede centrale del Gruppo Vergero: l’avvio del nuovo polo strategico dal 2022

TorinoToday è in caricamento