Economia Mirafiori Nord

Torino, brutte notizie per Mirafiori: la fabbrica di batterie elettriche sarà a Termoli

Cirio e Appendino: “Questa decisione tradisce Torino, il Piemonte e la loro storia”

Il gruppo Stellantis realizzerà la Gigafactory in Italia, ma non a Torino. Lo ha annunciato Carlos Tavares, amministratore delegato di Stellantis, durante l’electrification day. La fabbrica per le batterie elettriche verrà installata a Termoli (in Molise) dove vi è già una grande fabbrica di motori.

Non è stato ascoltato, dunque, l’appello di FIOM e Politecnico che lunedì 5 luglio hanno chiesto che fosse Torino la città sede di questo grande polo industriale innovativo. “Un risultato straordinario per il nostro Paese anche se continuo a pensare che l’allocazione ideale era proprio Mirafiori”, ha commentato Edi Lazzi della FIOM, “Adesso bisogna immediatamente iniziare a ragionare su quale missione produttiva per gli stabilimenti italiani complessivamente e in particolar modo per quelli torinesi. A Torino per  Stellantis lavorano ancora direttamente 14.000 persone serve un piano complessivo e molto ambizioso per gli operai e gli impiegati che sono il 50% del totale”.

Ad accogliere la notizia in modo positivo è la UILM: “L’annuncio della costruzione in Italia della Gigafactory conferma l’impegno di Stellantis nel nostro Paese”, commenta Gianluca Ficco, segretario nazionale Uilm, “La scelta di Termoli appare opportuna poiché in quel territorio insiste una grande fabbrica di motori, che come noto a causa del processo di elettrificazione inevitabilmente dovrà subire processi di trasformazione e di riconversione”.

Cirio e Appendino: “Questa decisione tradisce Torino, il Piemonte e la loro storia”

“Questa decisione tradisce Torino. Tradisce il Piemonte, la sua storia, i suoi lavoratori, le sue Università ed in generale una terra che ha inventato l’auto, ha investito, ha rischiato. Una terra che ha un credito enorme verso questa azienda e verso questo Stato”: così il presidente della Regione Piemonte Alberto Cirio e la sindaca di Torino Chiara Appendino sull’annuncio di Termoli come sede italiana per la gigafactory di Stellantis.

“Oggi ci sentiamo traditi - continuano il presidente Cirio e la sindaca Appendino - e chi è tradito prova rabbia. Una rabbia che chi, come noi, ha responsabilità istituzionali deve trasformare in una azione. Attendiamo di avere parole chiare da Roma per capire su che basi questa scelta sia stata condivisa con il Governo. Convocheremo già domani tutte le Istituzioni piemontesi”.

 Continua a leggere su TorinoToday

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Torino, brutte notizie per Mirafiori: la fabbrica di batterie elettriche sarà a Termoli

TorinoToday è in caricamento