menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Immagine di repertorio

Immagine di repertorio

Crisi "Scarpe&Scarpe": a 8 mesi dal concordato preventivo, assemblea davanti allo stabilimento

Indetta dai sindacati per martedì 22 dicembre

Sono ancora senza risposte i 150 lavoratori e lavoratrici di "Scarpe&Scarpe" delle sedi di Torino e provincia, che ancora oggi attendono che l'azienda dica cosa voglia, visto che sono passati otto mesi dalla presentazione di istanza di concordato preventivo.

Dopo l’ennesimo slittamento della presentazione del piano di rilancio aziendale, previsto per lo scorso 7 dicembre, i sindacati Filcams Cgil, Fisascat Cisl e Uiltucs-Uilt di Torino, assieme alle Rsa, hanno deciso di indire una assemblea dei lavoratori e delle lavoratrici davanti alla sede amministrativa dell'azienda, in via Tetti dell'Oleo a Borgaro nella mattinata di martedì 22 dicembre 2020, dalle 9 alle 12. 

"Una incertezza aggravata dalle difficoltà economiche in cui versano tutti i dipendenti: ad oggi non hanno ancora percepito il saldo della mensilità di febbraio e neanche il pagamento della cassa integrazione di maggio e giugno. Ora basta, serve che tutti i soggetti interessati facciano la propria parte: queste lavoratrici e questi lavoratori hanno diritto ad avere rapidamente l’erogazione della cassa in deroga. Ma soprattutto hanno diritto di conoscere il piano industriale da parte dell’azienda che invece tergiversa, allontanando la prospettiva di ripresa dell’attività commerciale lasciando nell’incertezza del futuro centinaia di lavoratrici e lavoratori", fanno sapere i sindacati. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TorinoToday è in caricamento