Embraco conferma i licenziamenti, ancora nessun piano industriale

Lavoratori in corteo per le vie di Torino

Immagine di repertorio

Uilm e Fiom di Torino rendono noto che oggi, lunedì 28 gennaio, Embraco ha confermato i 497 esuberi su 537 lavoratori impiegati nello stabilimento di Riva di Chieri e non ha presentato alcun piano industriale. La multinazionale, durante un incontro presso l'Unione Industriale, ha anche confermato l'intenzione di azzerare la produzione nello stabilimento torinese.

In base a quanto dichiarato da Embraco, l'azienda ha dato mandato a Ranstad HR Solutions di valutare manifestazioni di interesse da parte di eventuali società interessate a investire a Riva di Chieri avviando una reindustrializzazione e, sempre secondo le dichiarazioni dell'azienda, ci sarebbe più di un soggetto che ha formalizzato un interessamento.
 
Dichiarano Dario Basso, segretario della Uilm di Torino, e Vito Benevento, responsabile Embraco per il sindacato: "L'azienda e le istituzioni devono trovare una mediazione. È inaccettabile che tra 56 giorni, in mancanza di novità, i lavoratori vengano espulsi dalla fabbrica. La concessione di un ammortizzatore sociale in grado di dare tempo per trovare una soluzione è necessaria come l'impegno da parte aziendale di farsi carico e manifestare nei fatti, non solo a parole, la volontà di andare incontro alle richieste dei lavoratori, impegnandosi per ridurre ai minimi termini la perdita di posti di lavoro e quindi l'impatto sociale sul territorio".

Alcune centinaia di lavoratori hanno manifestato con un corteo che è partito da piazza Castello, dove una delegazione è stata ricevuta dalla giunta regionale, alla sede dell'Unione Industriale di Torino.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Torino, abbraccia e bacia una bambina di sette anni al parco: arrestato

  • Meteo, Torino e il Piemonte avvolti dall'aria artica dalla Groenlandia: è in arrivo la neve

  • Piemonte verso la zona gialla e le regole per le festività natalizie: riepilogo

  • Tragedia in ospedale a Torino: paziente si uccide gettandosi dal quarto piano

  • Torino, da due anni viveva alla fermata del tram assieme ai suoi cinque cani: la municipale la salva

  • Come cambia il mercato immobiliare di Torino dopo il lockdown: l'analisi quartiere per quartiere

Torna su
TorinoToday è in caricamento