menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Immagine di repertorio

Immagine di repertorio

Torino, Il 2020 di Iren: investimenti per 630 milioni di euro, 500 assunzioni e l'emissione dei green bond

Smart working per 3mila addetti

Bilancio roseo per il Gruppo Iren. Sia sul fronte industriale sia su quello economico-finanziario. E questo nonostante la situazione emergenziale causata dalla pandemia Covid-19.

Negli ultimi 12 mesi, gli investimenti sono stati stimati in oltre 630 milioni di euro, ovvero quasi il doppio rispetto a quelli del 2017. 

Gli investimenti, in prevalenza, sono stati legati ad attività sostenibili. Il piano industriale prevede entro il 2025 investimenti per circa 3,7 miliardi (+12% rispetto al precedente piano industriale) ed è stato anticipato, a luglio, dall’introduzione di un nuovo logo e una nuova corporate identity per celebrare i primi 10 anni di vita di Iren e tracciare la rotta dell’evoluzione futura del Gruppo.

Nel 2020 l’azienda ha realizzato importanti operazioni di attività di finanza straordinaria di impresa per 200 milioni di euro, per l'acquisizione di Unieco Ambiente e di "I.Blu" e che permettono a Iren "un posizionamento primario nel trattamento dei rifiuti speciali e nel recupero dei materiali della raccolta differenziata ed evidenziano, ulteriormente, il perimetro nazionale assunto dalle attività Iren", spiegano dall'azienda. 

Nonostante il Covid-19, Iren ha garantito i servizi a oltre 7 milioni di abitanti. Questo grazie all’uso dello smart working, esteso nell’arco di pochi giorni da 1000 a oltre 3000 addetti; alla riorganizzazione delle squadre operative di gestione delle reti con nuove modalità lavorative atte a limitare le situazioni di contagio; alla gestione flessibile degli impianti di smaltimento dei rifiuti e di produzione elettrica in funzione del mutare dei flussi e dei consumi per effetto del blocco delle attività produttive.

Così come, anche grazie al dialogo con le organizzazioni sindacali, ha introdotto le ferie solidali ed ha gestito la situazione emergenziale senza fare ricorso agli ammortizzatori sociali. 

In quest'anno che volge al termine, sono state 500 le assunzioni a livello nazionale: il 55% delle quali sotto i 30 anni di età.

Nelle scorse settimane, infine, Iren ha concluso con pieno successo l’emissione di un Green Bond di 300 milioni di euro, rafforzando ulteriormente il percorso intrapreso nell’ambito della finanza sostenibile e risultando la prima multiutility italiana per numero di strumenti emessi in questo formato grazie a quattro green bond per complessivi 1,8 miliardi di euro. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TorinoToday è in caricamento