Al posto del vecchio cinema, un nuovo supermercato, uffici e una sala per associazioni

Residenti perplessi e preoccupati

Il "mitico" cinema Arlecchino

Un altro pezzo di Torino che sparisce. Il mitico cinema Arlecchino di corso Germano Sommeiller, chiuso da ormai quattro anni, a breve non avrà neanche più le insegne che certificavano l'esistenza di un cinema molto quotato fino agli anni '90 e che poi, purtroppo, ha dovuto fare i conti con la crisi e con il boom delle multisale.

Un cinema che era nato nel lontano 1923, con un altro nome: Imperiale. 

Al suo posto, ancora una volta, un supermercato. L'annuncio è stato dato nell'ultima riunione della Circoscrizione, scatenando un vespaio di polemiche fra la cittadinanza, che a breve vedrà iniziare il cantiere che porterà alla realizzazione di un punto vendita della catena iN's Discount per circa 500 metri quadri. 

Al piano superiore, invece, verrà rimessa a posto la sala delle proiezioni, che diventerà una sala conferenze, convegni, a disposizione della città e delle associazioni del territorio per 200 giorni all'anno. 

Il secondo e ultimo piano, invece, verrà adibito ad uffici: anche in questo caso, per una superficie di 500 metri quadri.

A Palazzo Civico andranno anche 250mila euro di oneri di urbanizzazione. 

Aggiornamento del 10 luglio 2019

“Il progetto di riqualificazione dell'ex cinema Arlecchino di corso Sommelier è sospeso. L'Amministrazione comunale, come per tutti i progetti analoghi, ha avviato un percorso di confronto con il territorio da cui sono emerse criticità soprattutto in merito alla collocazione di un'attività di discount al piano terreno di 500 metri quadrati di vendita, nonostante fossero previsti uffici per analoga superficie al piano terzo, il recupero della sala del cinema per 150 posti, completa di impiantistica data in uso gratuito alla città per 200 giornate all'anno e la sistemazione dei marciapiedi e attraversamenti pedonali circostanti”. A dichiararlo è il vicesindaco Guido Montanari

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Inferno nella notte: bruciano cataste di carta nella ditta, le ceneri volano sui balconi

  • La folle corsa di due carri-attrezzi a 120 km/h: patenti ritirate ai conducenti, multe per 2.700 euro

  • Investita da un'auto impazzita alla fermata del bus, è in condizioni gravi

  • Omicidio-suicidio nella villetta: marito uccide la moglie con un colpo di balestra e poi si toglie la vita

  • Scende dopo lo scontro con un'altra auto e viene investito: morto

  • Qualità dell’aria, scatta il livello viola: bloccati tutti i veicoli euro 5

Torna su
TorinoToday è in caricamento