rotate-mobile
Economia

Lavoro in Regione Piemonte, dalla prossima estate spazio per 300 nuovi dipendenti

C'è bisogno di personale: pensionamenti e blocco dei concorsi hanno causato vuoti d'organico

La Regione Piemonte rinnova e rinforza lo staff. Dalla prossima estate infatti, potranno verranno assunti 300 nuovi dipendenti. Lo ha annunciato l’assessore regionale al Personale Marco Gabusi, illustrando il Documento di economia e finanza in prima Commissione presieduta da Carlo Riva Vercellotti. Gabusi ha sottolineato l’esigenza di ricoprire i vuoti di organico dovuti al blocco dei concorsi e all’alta età media dei dipendenti regionali, con conseguenti pensionamenti, ricordando che dal 2018 si è passati dagli oltre 3100 dipendenti di allora agli attuali 2600.

“Questo ha creato grossi problemi nel funzionamento della macchina - ha detto l’assessore - , sia sul livello dirigenziale che su quello impiegatizio, in tutti i settori. I bandi attivi in questo momento, cui partecipano oltre 15 mila candidati, porteranno entro l’inizio dell’estate a un nuovo ingresso di personale, circa 300 unità, che saranno di grande sollievo per il funzionamento dell’amministrazione regionale”. Poi l’assessore ha tenuto una breve informativa sullo ‘smart working’ tra i dipendenti della Giunta regionale: “Siamo passati dal 70% coinvolti nel lavoro agile nel pieno della pandemia all’attuale 15%, come previsto dal decreto”. Dalla minoranza (M5s, M4o, Luv) sono venuti inviti a credere nello ‘smart working

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lavoro in Regione Piemonte, dalla prossima estate spazio per 300 nuovi dipendenti

TorinoToday è in caricamento