Economia

La Fiom vince il ricorso per il contratto alla 2A di Santena

Il tribunale di Torino ha confermato che è valido il contratto nazionale del 2008, l'ultimo firmato da tutti i sindacati e poi approvato dal voto dei lavoratori. Alla 2A lavorano circa 60 dipendenti

Risultato significativo quello ottenuto dalla Fiom, che ha vinto il ricorso per il contratto alla 2A, azienda di Santena di proprietà della famiglia Vincenzo Ilotte, presidente dell'Amma di Torino, che occupa circa 60 dipendenti. Il tribunale di Torino ha confermato che è valido il contratto nazionale del 2008, l'ultimo firmato da tutti i sindacati e poi approvato dal voto dei lavoratori, con l'obbligo per l'azienda ad applicarlo a tutti gli iscritti della Fiom-Cgil (circa un terzo dei lavoratori presenti in azienda) e a tutti i lavoratori che ne facessero richiesta.


Federico Bellono, segretario provinciale della Fiom di Torino, canta vittoria: "Questo giudizio - commenta - conferma e rafforza gli orientamenti già tracciati da precedenti sentenze e conferma la validità del contratto unitario del 2008. Allo stesso tempo emerge con chiarezza la necessità di definire un sistema di regole che dia certezza ai lavoratori e anche alle imprese per quanto riguarda il contratto nazionale. Non a caso nelle scorse settimane abbiamo deciso, a livello nazionale e locale, di non depositare nuovi ricorsi, chiedendo a Federmeccanica la disponibilità ad aprire un confronto sulle regole tanto più che siamo alla vigilia della presentazione, anche come Fiom Cgil, della piattaforma per il nuovo contratto nazionale dei metalmeccanici".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La Fiom vince il ricorso per il contratto alla 2A di Santena

TorinoToday è in caricamento