Ztl bus turistici, fine della sperimentazione il 30 giugno 2016

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di TorinoToday

All’inizio di febbraio la Giunta Comunale ha approvato le misure idonee a regolare la viabilità per agevolare l’afflusso dei turisti e dei visitatori preservando la viabilità: le numerose iniziative del 2015, sia di carattere sportivo come Torino Capitale Europea dello Sport sia di carattere religioso come l’Ostensione della Sindone, il bicentenario della nascita di don Bosco e la visita del Papa, hanno costituito e costituiscono un grande attrattore turistico a livello nazionale ed internazionale.

In quell’occasione è stata anche approvata l’istituzione in via sperimentale (2 anni, da marzo 2015 a marzo 2017) di una Zona a Traffico Limitato (ZTL) per i bus turistici di categoria M3, i quali possono circolare in Città se muniti dell’apposito permesso.

Per evitare idi rilasciare titoli di viaggio per un periodo più lungo rispetto alla durata del provvedimento da oggi non sarà più possibile richiedere permessi annuali e verrà introdotto un nuovo titolo con validità trimestrale (importo 150 euro): resta ovviamente la possibilità di rilascio di giornalieri al costo di 50 euro e plurigiornalieri (50 euro più 30 per ogni giorno consecutivo ulteriore).

I permessi annuali rilasciati prima del 30 giugno scorso saranno prorogati di diritto fino al 30 giugno 2016 senza costi aggiuntivi.

“I dati ad oggi raccolti, insieme alle previsioni del primo semestre 2016”, ha commentato l’Assessore Claudio Lubatti, “sono tali da consentirci di anticipare il termine della sperimentazione al 30 giugno 2016, e ne sono molto soddisfatto. A fine sperimentazione verranno ovviamente fatte analisi puntuali sull’economia generale del provvedimento”.

Torna su
TorinoToday è in caricamento