Cronaca San Donato / Via Livorno

Walter Fontana: rifarei i Lost, ma ora “Sono qui”. A Torino

Il cantante fondatore dei Lost esce con il suo album da solista "Sono qui". Primo singolo "Perfetto", primo live oggi al Parco Commerciale Dora

Venerdì 13 maggio, esce “Sono qui”: è il secondo album da solista di Walter Fontana, neotrentenne vicentino cantante e fondatore dei Lost, il gruppo che nei primi anni del Duemila è stato il primo esempio di “fenomeno della rete”. Nati nel 2003, i Lost si sono fatti strada nell'intricato mercato discografico italiano con una strada insolita, soprattutto allora: i social network.

All'epoca Facebook non era ancora entrato nelle nostre vite, ma (siamo nel 2006) MySpace era una piattaforma dove i giovani si connettevano in un modo e in un mondo nuovo, cercando autonomamente quello che volevano: e nel 2006 volevano ascoltare My (?), un brano dei Lost.

Nel giro di tre anni la fama dei Lost toccò il suo punto più alto, grazie anche a Mtv, con l'album Sospeso, seguito nel 2010 da Allora sia buon viaggio. Un nome in un certo senso profetico, perché nel 2011 i Lost si sciolgono e Walter Fontana inizia il suo viaggio come cantautore solista: nel 2013 esce il suo primo singolo, “Blu Cobalto”.

“Sono qui” dice oggi Walter Fontana, che spiega: “In questi anni di assenza dal panorama musicale, mi sono messo a nudo per poter crescere come artista e come persona. Ho riversato nelle mie canzoni tutte le esperienze fatte cercando di non mettere alcun limite alla creatività, lavorando con grande trasparenza”. Oggi parte anche il suo tour, e parte proprio da “qui”, Torino, al Parco Commerciale Dora alle 16.

Sul suo viaggio personale, in ogni senso, Walter non ha rimpianti: “Se tornassi indietro rifarei i Lost prima di fare il solista, perché quando inizi non c'è niente di più bello di stare con i tuoi amici a fare musica con un confronto continuo”. Anche se, a trent'anni, “se vuoi fare la tua musica in totale libertà farla da solista è più facile rispetto a un gruppo dove ci sono più persone che devono andare d'accordo”.

A Torino Walter c'era già stato con i Lost per gli Mtv Days del 2010, e ricorda con affetto (un po' come molti torinesi) i Murazzi e la sua energia. “E poi musicalmente Torino ha sempre dato tantissimo, penso a band come Linea 77 e Subsonica, oltre a una scena underground davvero ricca, nei locali ci sono molti più musicisti che dalle mie parti”.

Artisticamente nato su MySpace, nota un forte cambiamento nel consumo musicale odierno, “sempre più orientato verso le playlist personali, di singole canzoni”. E il primo singolo che esce oggi è “Perfetto”, in cui duetta con il rapper inglese Jethro Sheeran: non è l'unica collaborazione, ci sono anche quelle con Placido Salamone e con Giovanni Caccamo, il musicista siciliano che nel 2015 ha vinto Sanremo Giovani e quest'anno è arrivato terzo tra i big.

Se potesse tornare indietro, Walter rifarebbe tutto; “mi sarebbe piaciuto vivere gli anni '70 e '80 per la musica che c'era, o i '50 col rock 'n' roll, ma come in Midnight in Paris alla fine penso che sia meglio vivere la mia epoca”. Dove tra i gruppi che consiglia ci sono i 1975, i Lumineers, gli Weezer, e dove oggi esce “Perfetto” (regia video di Vittorio Brumotti), il singolo di apertura di “Sono qui”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Walter Fontana: rifarei i Lost, ma ora “Sono qui”. A Torino

TorinoToday è in caricamento