menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
immagine di repertorio

immagine di repertorio

Appiccava gli incendi ai boschi per poi spegnerli: volontario Aib di Valgioie patteggia la pena

È stato subito allontanato dal corpo

A inizio marzo 2021 un appartenente al corpo dei volontari antincendi boschivi del Piemonte (Vab o Aib) ha patteggiato la pena di due anni di reclusione (sospesa, quindi non andrà in carcere) poiché ritenuto responsabile di avere appiccato due incendi boschivi nel comune di Valgioie all’inizio del 2020, di cui poi aveva partecipato allo spegnimento. Dopo il patteggiamento, che gli ha permesso di evitare una pena tra quattro e dieci anni di reclusione, l'uomo è stato immediatamente allontanato dal corpo.

Le indagini sono state condotte dai carabinieri forestali di Torino, coordinati dal pm Gianfranco Colace della procura. "La particolarità sulla quale si sono concentrati gli investigatori - spiegano i carabinieri forestali - era che gli incendi, non di grandi dimensioni, si sviluppavano a ridosso di vie di comunicazione e in luoghi facilmente accessibili da parte dei soccorritori che riuscivano quindi ad estinguerli in breve tempo e piuttosto agevolmente. La frequenza, la periodicità degli eventi, le modalità di accensione hanno messo i carabinieri del nucleo investigativo di polizia ambientale di Torino sulla pista giusta individuando, al termine di complesse e delicate indagini, un unico sospettato residente nella zona appartenente alla locale squadra di spegnimento dei volontari Aib".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TorinoToday è in caricamento