Cronaca Centro / Piazza Palazzo di Città, 1

Sulla Mole proiettata la scritta "+39 rispetto", in memoria delle vittime dell’Heysel

Torino non dimentica e ricorda le tragedie di Bruxelles del 1985 e di Mosca del 1982

Si terrà venerdì 27 maggio la "Giornata della Memoria per le vittime dell'Heysel e di condanna di ogni violenza sportiva”, patrocinata dalla Città di Torino. Il ricordo delle vittime dell’Heysel e la condanna di ogni violenza sportiva saranno al centro della serata organizzata nella Sala delle Colonne del Comune di Torino. 
Venerdì sera, oltre alle 39 vittime dello Stadio di Bruxelles del 1985, si ricorderanno anche i morti dello stadio Luzhniki a Mosca. 

La serata inizierà, alle 21, con l’introduzione di Beppe Franzo, presidente dell'Associazione "Quelli di ... via Filadelfia" e storico punto di riferimento della tifoseria bianconera. Si continuerà con la proiezione del docu-film “Non dimenticare Heysel”. Infine la serata di concluderà con la testimonianza di Lev Simonov, sopravvissuto alla tragedia nello stadio di Mosca.

In memoria delle vittime allo stadio Heysel venerdì, sulla Mole Antonelliana, sarà proiettata la scritta "+39 rispetto". 

Era la sera del 29 maggio di 31 anni fa, allo stadio Heysel di Bruxelles si giocava la finale di Coppa dei Campioni tra Juventus e Liverpool. L’entusiasmo finisce in tragedia: poco prima del fischio d’inizio, perdono la vita 39 persone, quasi tutti italiani, il più vecchio ha 58 anni, il più giovane di 11 anni. Oltre 600 feriti.

La vicenda russa è forse meno nota, ma non meno dolorosa. Era il 20 ottobre 1982, ed allo Stadio Luzhniki si gioca una partita valida per l’andata dei sedicesimi di finale della Coppa Uefa. Si trovano di fronte i padroni di casa dello Spartak Mosca e gli olandesi dell’HFC Haarlem. Nel crollo delle scale persero la vita 66 tifosi.


 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sulla Mole proiettata la scritta "+39 rispetto", in memoria delle vittime dell’Heysel

TorinoToday è in caricamento