Cronaca Centro / Corso Vittorio Emanuele II, 58

Invita una ragazza in un posto tranquillo "per fumare insieme”, poi la violenta: arrestato

È accaduto su un vagone in sosta nella stazione di Torino Porta Nuova

Immagine di repertorio

Di giorno ha violentato una ragazza di 20 anni, di sera ha aggredito un’infermiera e alcuni poliziotti intervenuti al pronto soccorso dell’ospedale Mauriziano. Per il secondo episodio era stato arrestato per resistenza a pubblico ufficiale e denunciato per interruzione di pubblico servizio. Oggi è stato convalidato il fermo di Haytham M’Sadak, tunisino di 23 anni autore, nel pomeriggio del 30 gennaio 2020, di violenza nei confronti della giovane.

Nel primo pomeriggio di giovedì scorso, il 23enne avvicina la ragazza in via Nizza offrendole sostanza stupefacente. Dopo qualche insistenza dell’uomo, la giovane accetta la proposta di fumare della “roba” insieme, con la promessa di ricevere una “pallina” gratis. A quel punto il 23enne la invita ad andare in un posto tranquillo e i due entrano nella stazione Porta Nuova dove si incamminano lungo una banchina e salgono su un vagone in sosta.

Una volta all’interno, l’uomo avanza proposte sessuali che la giovane non accetta. Nonostante il rifiuto, l’uomo minaccia la ragazza e poi ne abusa sessualmente. Il giorno successivo la vittima denuncia il fatto. Subito iniziano le indagini, la visione dei filmati registrati in quell'orario dalle telecamere installate in stazione e le ricerche dell’uomo da parte degli uomini del Commissariato San Paolo. In poco tempo il 23enne viene individuato proprio in via Nizza, nei pressi della stazione Porta Nuova, nel pomeriggio di  martedì 4 febbraio.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Invita una ragazza in un posto tranquillo "per fumare insieme”, poi la violenta: arrestato

TorinoToday è in caricamento