Domenica, 19 Settembre 2021
Cronaca

Rapporto sessuale con coltello alla gola: condannato a 7 anni

Nell'agosto del 2010 un 46enne aveva costretto l'ex convivente ad avere rapporti sessuali "estremi". Per questo e per altri episodi di maltrattamenti ha subito una condanna di sette anni di reclusione

Sette anni di reclusione per aver costretto l'ex convivente a rapporti sessuali particolari, tra cui uno in cui le ha puntato un coltello alla gola. Le vicende che hanno portato alla condanna un 47enne risalgono all'agosto del 2010.


All'epoca dei fatti l'uomo andò in casa della donna, dove si presentava spesso per badare ai due figli - oggi di 10 e 7 anni - nati dalla relazione, e commise la violenza approfittando del coltello che, secondo l'accusa, tempo prima aveva nascosto tra la biancheria. Difeso dall'avvocato Giuseppe Costanzo, l'imputato ha detto che la donna era consenziente ma non è stato creduto. La signora si è costituita parte civile con l'avvocato Flavio Campagna, ha ottenuto una provvisionale (un acconto sul risarcimento vero e proprio) di trentamila euro. (Ansa)

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rapporto sessuale con coltello alla gola: condannato a 7 anni

TorinoToday è in caricamento