Vallette: ragazza di 16 anni violentata, si cercano gli aggressori

Secondo quanto denunciato dalla ragazza, sarebbe stata aggredita in un portone vicino a casa sua e violentata da due uomini. Si cercano filmati e si ascoltano numerose persone per ricostruire quanto avvenuto

Una ragazzina di 16 anni ha denunciato una violenza sessuale subita mercoledì pomeriggio da parte di due uomini, in zona Vallette. I carabinieri di Torino stanno interrogando numerose persone e visionando i filmati degli impianti di sorveglianza per trovare indizi utili per ricostruirei fatti di mercoledì pomeriggio. Inoltre i militari stanno vagliando punto per punto il racconto fatto dalla giovane in occasione della presentazione della denuncia allo scopo di acquisire elementi utili all'identificazione dei due presunti aggressori.

Secondo quanto raccolto, la vittima sarebbe stata attirata nell'androne di un palazzo non lontano da quello in cui abita e poi stuprata e lasciata in strada, dove il fratello l'ha trovata seminuda. In serata, nel quartiere Vallette di Torino, dove sarebbe avvenuta l'aggressione, si terrà una fiaccolata di solidarietà, che si concluderà allo Juventus Stadium.

I medici dell'ospedale Sant'Anna di Torino hanno confermato che la ragazza ha avuto un rapporto sessuale. I familiari della vittima sostengono di poter risalire agli autori. "Siamo sicuri - racconta il fratello - che si sia trattato di due zingari romeni che abitano in una cascina qui vicino. Io - aggiunge - li ho visti mentre fuggivano e ho provato a inseguirli, ma senza successo". Secondo il giovane, la ricostruzione dei fatti sarebbe leggermente diversa da quella riferita dai Carabinieri. "Mia sorella - racconta - è stata trascinata brutalmente su una montagnola di un parco di corso Molise, vicino a un ponte, e lì é stata violentata". La ragazza ha raccontato di essere riuscita a divincolarsi e a raggiungere le case dove il fratello l'ha trovata, senza i jeans e con gli altri abiti danneggiati. "Poi - aggiunge il giovane - è intervenuta una pattuglia di carabinieri che l'ha accompagnata all'ospedale Sant'Anna, dove l'hanno visitata e - sostiene il giovane - hanno accertato la violenza. Abbiamo i documenti, anche se a noi sarebbe bastata la sua parola". (Ansa)
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cadavere scaricato da un'auto su una panchina: si tratta di un latitante condannato per rapina

  • Sparisce nel nulla dopo avere ricevuto la lettera di licenziamento: viene ritrovato morto impiccato

  • Tragedia familiare, disabile uccisa a martellate dalla madre

  • Cadavere putrefatto e decapitato trovato in un campo, si era suicidato impiccandosi a un albero

  • Tamponamento fra due tram (uno era fuori servizio): 14 feriti in ospedale

  • Investita mentre attraversa la strada davanti a casa: è grave

Torna su
TorinoToday è in caricamento