Vince 500 euro al bingo: viene seguita fino a casa, picchiata e rapinata. Due arresti

Bandito già in galera per omicidio

A sinistra i due rapinatori, a destra la vittima nel Bingo Millionaire di Moncalieri

Lo scorso 15 febbraio 2019 hanno pedinato, picchiato e rapinato sotto casa un’anziana italiana di 68 anni dopo una vincita al Bingo Millionaire di strada Carignano 48 a Moncalieri.

Dopo un paio di mesi di indagini, ieri, giovedì 2 maggio 2019 i carabinieri hanno individuato i due rapinatori, un 47enne e un 48enne italiani residenti a Torino. Il più giovane è Antonio Serra, già in carcere in quanto ritenuto uno degli assassini di Umberto Prinzi, il moncalierese rappresentante di auto usate ucciso la sera del 13 dicembre 2018 in piazza Freguglia a Torino e poi scaricato in un fosso in strada Santa Brigida a Moncalieri.

La vittima della rapina era stata fermata sotto casa, a Nichelino, da due sconosciuti (che l'avevano seguita in auto) ed era stata colpita al volto con numerosi calci e pugni fino a farle perdere i sensi. I due aggressori le rubarono la borsa contenente i documenti e 500 euro, la vincita al bingo, e andarono via con la sua auto.

I carabinieri della tenenza di Nichelino, in collaborazione con i colleghi della compagnia di Moncalieri e del nucleo investigativo di Torino, sono riusciti ad attribuire la rapina a Serra (nel frattempo già in carcere per l'omicidio) e al suo complice "grazie alle attività tecniche e alla meticolosa ricostruzione formulata grazie ai filmati".

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Carni e pesci in condizioni disastrose nel freezer: denuncia e maxi-multa al titolare di un ristorante

  • Scontro tra 3 auto, una vettura in una scarpata: due morti e quattro feriti

  • Giovane si toglie la vita sparandosi un colpo di pistola

  • Il Comune di Torino assume: 238 nuovi dipendenti entro la primavera 2020

  • Aeroporto Torino, Air France lancia il volo per New York a un prezzo stracciato

  • Uomo ucciso a colpi d'arma da fuoco: assassino armato in fuga nei boschi

Torna su
TorinoToday è in caricamento