Cronaca Strada Regionale 20

Con la truffa dello "specchietto rotto" si fa consegnare 300 euro, arrestato

Il truffatore, 19 anni, è stato individuato dai carabinieri sulla strada regionale 393, all'altezza dello svincolo di Villastellone

Prima ha simulato un incidente stradale, dopodiché ha fermato l’altro automobilista e si è fatto consegnare 300 euro. Alla fine è stato arrestato.

Ha finito di compiere i suoi reati questo giovane truffatore 19enne, tale Benito D’Amico – abitante a Noto, in provincia di Siracusa – arrestato mercoledì alle 11 dai carabinieri sulla strada regionale 393, all’altezza dello svincolo per Villastellone.

Il ragazzo, alla guida della sua Fiat Punto, aveva simulato un presunto urto allo specchietto retrovisore da parte di una Toyota Auris, che in quel momento lo stava sorpassando. Dopo aver inseguito e bloccato in mezzo alla carreggiata il conducente della Toyota, D’Amico – con fare piuttosto arrogante – gli ha chiesto l’immediato risarcimento del danno, facendosi consegnare l'ingente somma di denaro.

Tutta la scena è stata vista in diretta dai militari di pattuglia, da tempo sulle tracce del truffatore, i quali sono intervenuti immediatamente e lo hanno arrestato. Il 19enne è sospettato di aver messo a segno altri colpi nella zona, sempre con la medesima tecnica.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Con la truffa dello "specchietto rotto" si fa consegnare 300 euro, arrestato

TorinoToday è in caricamento